San Michele Salentino. Chiusi cimitero e villa. Disposte altre misure più rigide contro il contagio

Il sindaco Giovanni Allegrini vara provvedimenti più restrittivi: "Non dobbiamo aspettare che ci scappi il morto"

SAN MICHELE SALENTINO - Provvedimeti più restrittivi sono arrivati nel paese di San Michele Salentino per limitare la diffusione del contagio da Covid-19 già presente in paese con un primo caso accertato due giorni fa e portano le firme del primo cittadini, Giovanni Allegrini, in prima linea come tutti i sindaci in questa emergenza. Le ordinanze sindacali numero 33 e 34 emanate nella giornata di ieri, martedì 17 marzo, oltre a prevedere la chiusura del cimitero e della villa comunale, obbligano, infatti, i titolari delle attività commerciali ad utilizzare sempre i dispositivi di sicurezza e disinfettare le attività con sostante a base di alcol e cloro. A ciò, si aggiunge la sanificazione, anche, delle postazioni bancomat di banche e dell'ufficio postale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Misure drastiche e stringenti, poi, per la circolazione stradale e pedonale dal centro urbano alle campagne. Il sindaco Allegrini ha specificato nell'ordinanza 34 che le persone, soprattutto anziane, non devono uscire di casa se non nei casi previsti dal decreto ministeriale e per andare a sfamare animali di proprietà. E' vietato, poi, sedersi sulle panchine comunali. In tutti gli altri casi ritenuti futili, dovranno rimanere a casa pena pesanti sanzioni. E questo vale, anche, per chi in questi giorni si sta recando nelle contrade per fare corse o passeggiate.

Attivato lo sportello psicologico telefonico

Per affrontare questo delicato momento legato all’emergenza Covid-19 e per supportare quelle persone che necessitano di aiuto perché si sentono stressati, spaventati e confusi, la società cooperativa sociale “L’Ala” ed il Comune di San Michele Salentino hanno attivato uno sportello di ascolto telefonico gratuito per assistere i cittadini dal punto di vista emotivo e psicologico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il servizio è rivolto a tutti e si svolgerà prenotando la consulenza attraverso la mail dedicata sup.psi.covid19gmail.com o inviando un messaggio WhatsApp al numero 3500103883. Il supporto e sostegno telefonico sarà curato dalla dottoressa Lucia Morleo e sarà garantito da oggi, mercoledì 18 marzo, sino al termine dell’emergenza sanitaria, dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento