menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Michele Salentino, un melograno contro il cancro infantile

L'Amministrazione comunale ha aderito all'iniziativa promossa dal Lions Club Ceglie Messapica – Alto Salento

SAN MICHELE SALENTINO - L’amministrazione comunale di San Michele Salentino ha aderito alla campagna “Diamo radici alla speranza. Piantiamo un melograno” promossa dal Lions Club Ceglie Messapica – Alto Salento per celebrare la XX giornata mondiale contro il cancro infantile, voluta dall’organizzazione mondiale della salute, da “Childhood Cancer International – Cci”, il network globale di associazioni guidate da genitori di bambini e adolescenti che hanno contratto tumori o leucemie, presente in 90 Paesi nel mondo con 188 associazioni, e da Fiagop, la federazione italiana delle associazioni di genitori oncoematologia pediatrica.

In particolare, questa mattina, lunedì 15 febbraio 2021, alle ore 10:30, la presidente del Club messapico, Luisa Parisi, ha consegnato al sindaco Giovanni Allegrini, un albero di melograno che, per l’occasione, è stato piantato in una fioriera in piazza Marconi. Il melograno, infatti, formato dall’unione di tanti arilli, ognuno parte fondante del frutto stesso, come avviene nell’alleanza terapeutica che si instaura tra medici, pazienti, famiglie, rappresenta la forza, il coraggio e la resilienza dei piccoli guerrieri e, nello stesso tempo, vuole onorare la memoria di chi ha perso la sua personale battaglia.

“Abbiamo voluto testimoniare la nostra vicinanza verso i piccoli pazienti e le loro famiglie che vivono questa difficile situazione – ha dichiarato Angela Martucci - Il melograno ricorda che le istituzioni e l’associazionismo sono sempre presenti per i genitori che devono affrontare le difficoltà di una diagnosi di tumore infantile e di un percorso di cura dai tempi lunghi e ringrazio il Lions Club di Ceglie Messapica per aver voluto coinvolgere anche il nostro paese in questa campagna con lo scopo di informare e sensibilizzare la comunità ma, anche, per tenere viva la speranza della guarigione”. 

La manifestazione è una delle tante che si celebreranno il 15 febbraio nel mondo, dove sono promosse iniziative di sensibilizzazione pubblica su un problema, il cancro pediatrico, che rappresenta la prima causa di mortalità infantile per malattia non trasmissibile dopo il primo anno di vita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento