Lunedì, 18 Ottobre 2021
Attualità San Pancrazio Salentino

Contro l’invasione di colombi nel centro urbano arrivano i falchi

La giunta comunale nei giorni scorsi ha approvato una delibera che permette all’ufficio tecnico di attivare il servizio di falconeria

SAN PANCRAZIO SALENTINO – Contro l’invasione dei colombi arrivano i falchi: la giunta comunale di San Pancrazio Salentino nei giorni scorsi ha approvato una delibera che permette all’ufficio tecnico di attivare il servizio di falconeria (bird control) mettendo a disposizione 11.200 euro.

Così come molti altri comuni del Brindisino anche San Pancrazio è interessato da colonie di colombi che invadono, in questo caso, centro storico e area cimiteriale con conseguenze che si ripercuotono sulla salute pubblica.

“Gli escrementi dei colombi sono il veicolo di molte malattie e mezzo di trasporto di germi, batteri, altri parassiti e di conseguenza patologie diverse (istoplasmosi, candidiasi, criptococcosi, salmonellosi, ecc.)”, si precisa nella premessa della delibera. Per non parlare poi di degrado urbano.

Con delibera di Giunta Comunale n. 58 del 24.05.2012 l’Amministrazione per far fronte al problema approvò in via sperimentale e per un periodo di tre mesi (giugno-agosto), il piano di gestione demografica dei colombi attraverso la distribuzione, sotto controllo veterinario, di un mangime antifecondativo. Ma tale sperimentazione non ha portato gli effetti sperati molto probabilmente perché le colonie di colombi non si alimentavano solo delle granaglie con l’antifecondativo.

“Diverse amministrazioni comunali ma anche altre istituzioni pubbliche (ospedali, aeroporti, ecc.) hanno sperimentato favorevolmente l’utilizzo dei rapaci, mediante servizio di falconeria, per l’allontanamento dei colombi urbani”.

Così è stato deciso di impartire al responsabile del settore “apposita direttiva in ordine all’allontanamento dell’avifauna molesta tramite il servizio di falconeria e con il supporto di una figura professionale tipo veterinario esperto nel settore”.  

Nella delibera, inoltre, si precisa che questa tecnica è “del tutto ecologica, totalmente incruenta per i colombi in quanto essi non vengono predati ma sottoposti a continuo stress per la presenza dei rapaci”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro l’invasione di colombi nel centro urbano arrivano i falchi

BrindisiReport è in caricamento