San Pietro, in 15 giorni numero positivi quadruplicato: chiusa una materna

Il sindaco Pasquale Rizzo ha partecipato a un incontro con il nuovo Prefetto e con il direttore generale della Asl

SAN PIETRO VERNOTICO - Sale a 40 il numero dei positivi al coronavirus nel territorio di San Pietro Vernotico. A renderlo noto il sindaco Pasquale Rizzo in un comunicato pubblicato si Facebook. Il dato è aggiornato al 3 novembre: "abbiamo quindi un positivo ogni 330 abitanti circa".

Nella mattinata odierna è stata chiusa la sede della scuola dell'Infanzia sita nel plesso Ruggero De Simone. Un bambino di tre anni è risultato positivo.  

Incontro con prefetto e direttore generale Asl 

Rizzo inoltre annuncia che ieri, mercoledì 4 novembre, si è tenuto un comitato dell’ordine pubblico presieduto dal nuovo Prefetto di Brindisi, Carolina Bellantoni, "figura di indubbia competenza, spessore umano, tecnico, ed esperienza, derivante, tra le altre cose, dall’aver affrontato in Lombardia le criticità del primo periodo Covid 19".

"Sono stati trattati diversi punti, ma è emersa la necessità di operare con il massimo rigore, per rinunciare ad uno spicchio di libertà oggi con la speranza di una prospettiva migliore nel breve periodo. Si è tenuta altresì una riunione tra sindaci e direttore generale Asl, dalla quale è emersa la difficoltà in alcune province pugliesi diverse dalla nostra, tanto che Brindisi, nel principio di solidarietà, sta ospitando in terapia intensiva persone provenienti da Bari e Foggia, evidentemente già saturi in terapia intensiva".

"Il fatto rilevante è invece l’aver inserito la Puglia tra le Regioni rientranti nel colore arancione. Ciò vuol significare che oltre ad applicare le norme previste per le regioni meno colpite, tra le alte cose, chiudono bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, facendo salva la ristorazione a domicilio nel rispetto della normativa, nonché sino alle 22 la ristorazione con asporto (con divieto consumazione sul posto od adiacenze)".

"Sorprende che la Campania, il cui Presidente minacciava chiusure e divieti, non è stata inserita in tale zona: ma ci saranno motivi validi che sfuggono ad una lettura superficiale. Da venerdì quindi operano tali misure, ed altre ancora".

Il video di un sampietrano uscito dalla terapia intensiva

"Una persona mi ha consentito di vedere un video di un nostro concittadino di 50 anni uscito dalla terapia intensiva: che gioia che abbia intrapreso il percorso di guarigione. Ogni cittadino dovrebbe ascoltare il messaggio a fatica trasmesso dal sig. Rossi (lo chiamo così per rispetto privacy), per comprendere quanto sottovalutiamo il problema, quanto sia difficile combattere da soli un virus pericoloso e subdolo, senza familiari, immaginando, in terapia intensiva, il futuro dei figli, della famiglia, apprezzando come conquista anche solo il respiro, che invece spesso non proteggiamo con la mascherina".

"In quindici giorni abbiamo quadruplicato i positivi. Da venerdì entra in vigore una stretta importante. Le Autorità operanti nel territorio vigileranno per un corretto rispetto delle regole. Se i ritmi di contagio dovessero non fermarsi, si valuterà, unitamente alla Prefettura, ogni necessaria ulteriore iniziativa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Festa di compleanno senza mascherine, ma con petardi: 11 denunce

  • Covid, Puglia: contagi di nuovo in aumento. Emiliano: "Rt pari a 1.06"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento