rotate-mobile
Attualità San Pietro Vernotico

San Pietro, oltre 700 persone in marcia per la legalità e contro la violenza di genere

La manifestazione sportiva è stata organizzata dall’Associazione nazionale magistrati in collaborazione con l’associazione podistica My Domo e patrocinata dall’ordine degli avvocati di Brindisi, oltre che dal Comune di San Pietro Vernotico e altri comuni

SAN PIETRO VERNOTICO – Oltre 700 persone, donne e uomini di tutte le età, ieri, domenica 26 maggio, hanno marciato per le vie di San Pietro Vernotico in nome della legalità e contro la violenza di genere. La manifestazione sportiva è stata organizzata dall’Associazione nazionale magistrati in collaborazione con l’associazione podistica My Domo di San Pietro Vernotico con presidente Angelo Caforio e patrocinata dall’ordine degli avvocati di Brindisi, oltre che dal Comune di San Pietro Vernotico e altri comuni della provincia che hanno contribuito a inviare agenti di Polizia locale che unitamente a volontari di Protezione civile e Croce rossa italiana hanno presidiato tutte le strade interessate dalla marcia. 

Hanno preso parte all’evento il Pubblico ministero Giuseppe De Nozza, il presidente del tribunale di Brindisi Vincenzo Scardia, la presidente dell’ordine degli avvocati di Brindisi Daniela Faggiano, il direttore amministrativo della Sezione del Tribunale di Brindisi, Miro Civilla, impegnato anche in prima persona nell’organizzazione della gara, Giusy Torre, presidente camera minorile di Brindisi e altri avvocati e magistrati. 

In corsa per la Legalità 2024: gli scatti a San Pietro Vernotico

Presenti anche i sindaci di: Cellino San Marco (Marco Marra), San Vito Dei Normanni (Silvana Errico), Francavilla Fontana (Antonello Denuzzo), Mesagne (Toni Matarrelli, anche presidente della Provincia). Il vice sindaco di Torre Santa Susanna (Nico Teni). E Antonella Vincenti, vice presidente della Provincia di Brindisi e assessore del comunale di San Donaci. Per quanto riguarda San Donaci sul palco, prima dell’evento, tra le altre persone a cui sono state consegnate targhe, è salita anche Doriana Presta, sorella-gemella di Raffaella Presta, uccisa a fucilate dal marito il 25 novembre del 2015, e presidente dell’associazione “Raffaella C’è”, nata con l’obiettivo di sensibilizzare sulla violenza di genere mettendo in campo iniziative di vario genere. L’ultima è uno spettacolo teatrale dal titolo “Due in una per tutte” che andrà in scena sabato 8 giugno prossimo a San Pietro Vernotico. 

A proposito di questo grande tema legato alla violenza, inoltre, sono state esposte opere di artisti locali che hanno raccontato attraverso dipinti il mondo delle donne, delle fragilità e dei soprusi subiti. Hanno aderito a titolo completamente gratuito: Manuela Rascazzo, Arianna Candido, Chiara Rizzo, Antonio Bonfrate e Antonio Rizzo. Grazie al grande impegno di Polizia locale, volontari di Protezione civile (è stato attivato il Coc), associazioni del territorio, forze dell’ordine (sul posto a presidiare anche militari della Guardia di finanza e carabinieri), l’evento si è svolto senza intoppi. Molti partecipanti hanno marciato con un segno rosso sul viso simbolo della lotta alla violenza di genere. Presenti anche decine di studenti e docenti. 

La manifestazione prevedeva due percorsi, uno di 5 km (camminata ludico-motoria) e uno di 9,5 (gara sia agonistica, circuito provinciale “Sulle vie di Brento”, che non agonistica). Il primo a concludere il percorso è stato Giuseppe Grassi, della Olimpo Latiano, ha completato il giro in 33 minuti e 20 secondi; a seguire Francesco Caliandro della Asd atletica Carovigno: 33 minuti e 42 secondi; poi Fabrizio Delli Noci (Asd Apulia athletica): 33:45.  

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Pietro, oltre 700 persone in marcia per la legalità e contro la violenza di genere

BrindisiReport è in caricamento