Al via ripristino strade rurali danneggiate: paga la società che gestisce le linee interrate

Con una nota del 31 luglio 2019 E-distribuzione ha comunicato all’Ente comunale l’avvio dei lavori, fornendo inoltre il relativo elenco delle strade interessante

SAN PIETRO VERNOTICO – Avviati i lavori di rifacimento di otto strade rurali comunali poste alla periferia nord di San Pietro Vernotico, danneggiate alcuni anni fa durante la realizzazione dei cavidotti a servizio degli impianti fotovoltaici, oggi gestite da Enel Distribuzione, e mai ripristinate. Le spese sono tutte a carico della società elettrica. L’amministrazione, infatti, dopo incontri (dove hanno partecipato sindaco Rizzo e presidente del consiglio Aldo Garofalo), sopralluoghi (tra il consigliere e assessore Gianluca Epifani con responsabili di E-distribuzione), diffide e solleciti è riuscita a dimostrare che i lavori spettano a chi oggi gestisce le linee elettriche interrate.

Le ditte dell’epoca firmarono una Fideiussione a garanzia del corretto ripristino dell’asfalto, ma nessuno l’ha rispettata. Il successivo continuo transito di veicoli pesanti che hanno trasportato i materiali per la costruzione di altri impianti, inoltre, hanno peggiorato la situazione. Oggi quelle linee elettriche interrate sono passate a Enel distribuzione, tocca a questa società ripristinare lo stato dei luoghi. E così sta avvenendo.

Le strade comunali interessate dai lavori

Con una nota del 31 luglio 2019 E-distribuzione ha comunicato all’Ente comunale l’avvio dei lavori, fornendo inoltre il relativo elenco delle strade interessante. Si tratta delle strade comunali n. 8 e n.56 ( contrada Nela), la strada comunale n.11 (contrada Angelille) e la strada comunale n. 10 (contrada Guarino). L’intervento si concluderà con il rifacimento dell’asfalto della strada comunale n. 16  e strada comunale n.17 (contrada  Castagna), della strada comunale n.21 ( contrada Bosco di Palma) e della strada comunale 19 (contrada Monsignore). 

 “Questo è solo un punto di partenza – commenta l’assessore Epifani – il nostro obiettivo è quello di far rispettare in maniera rigorosa il regolamento comunale sulle manomissioni stradali che fu introdotto dalla precedente amministrazione Rizzo. Anche per questo motivo è stata riservata apposita delega alle manutenzioni all’assessore Massimo Canoci e i risultati sono sotto gli occhi di tutti; dopo che tre lunghi anni (dal 2015 al 2018) non si è riusciti nemmeno a tappare le semplici buche, in pochi mesi sono stati  pianificati una serie di interventi sostanziali che daranno finalmente un minimo di dignità alla viabilità di tutto il territorio comunale”.

Da quanto anticipa Epifani l’amministrazione è a lavoro anche per far ripristinare l’asfalto deturpato dai lavori di scavo per la fibra ottica, lavori che secondo il regolamento comunale sugli scavi nel sottosuolo introdotto nel 2014, spettano alla ditta che ha rotto la strada. Ditta che, però, dopo le opere è andata via senza rispettare il regolamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento