rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità

"Carenza di ortopedici al Perrino e urgenza di nuove sale operatorie al Camberlingo"

Nota del consigliere regionale di Fratelli d'Italia, Luigi Caroli, al termine della commissione sanità della regione Puglia

“Se il direttore generale della Asl finisce per darmi ragione, in commissione sanità, e per ammettere che le criticità da me sollevate non solo sono sacrosante, ma quasi irrisolvibili non per colpa sua, ma delle mancate risposte e mancati investimenti della giunta Emiliano, vuol dire che la situazione della sanità brindisina è anche più grave di quello che io pensassi. Ed è evidente che l’assessore alla sanità Lopalco fugge dalle risposte – che lui politicamente è tenuto a dare – e continua a disertare la commissione. Per questo ringrazio davvero il direttore generale di Brindisi, Pasqualone, che è intervenuto, su mia richiesta, su due problematiche urgenti e ha chiarito bene qual è il quadro della situazione", è quanto ha dichiarato il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Luigi Caroli, al termine della commissione sanità della regione Puglia che si è tenuta oggi, giovedì 4 novembre.

Due sono le problematiche affrontate: la carenza di ortopedici all'ospedale Perrino di Brindisi e il problema delle sale operatorie al Camberlingo di Francavilla Fontana. Nel primo caso, come sottolinea il consigliere Caroli, il direttore Pasqualone ha spiegato che l’istruttoria della convenzione fra Asl e l’Università di Chieti è stata espletata e consegnata per l’approvazione alla giunta, ma che nonostante le rassicurazioni del presidente Emiliano, non vi è stato nessun riscontro e quindi gli specializzandi in Ortopedia dell’Università di Chieti non sono mai arrivati, ma nel contempo sono andati via ben tre ortopedici dal Perrino, preferendo lavorare in altri ospedali pugliesi.  La situazione al Perrino sarebbe di "grande sofferenza" come avrebbe sottolineato lo stesso Pasqualone in commissione.

"Quanto alle sale operatorie all’ospedale di Francavilla Fontana - continua Caroli - anche in questo caso Pasqualone non ha potuto che confermare che le criticità presenti, non solo a livello strutturale, nell’unica sala operatoria funzionante sono veritiere e che preoccupano lui stesso, tant’è che - anche su mie continue sollecitazioni - ha già fatto effettuare un sopralluogo dall’area tecnica della Asl per la progettazione di altre due sale operatorie nuove. E’ inutile nasconderci dietro un dito, anche perché Pasqualone è stato chiaro: i lavori seppure urgenti e indispensabili risentono delle ristrettezze di bilancio, che può contare solo su risorse proprie, dalla giunta Emiliano non è arrivato neppure un centesimo per, quantomeno, mettere in sicurezza l’unica sala operatoria funzionante. La speranza è sempre nel Pnrr e in altri fondi europei. Ma è evidente che l’urgenza ha convinto il direttore generale a procedere, anche con i fondi a disposizione, alla progettazione ed esecuzione dei lavori. Ma la giunta Emiliano continua ad essere non pervenuta. In entrambe le situazioni, e sono solo due delle tante criticità che ho segnalato in meno di un anno di legislatura, la conferma che per la giunta Emiliano i brindisini sul piano della salute sono cittadini di serie B.”
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Carenza di ortopedici al Perrino e urgenza di nuove sale operatorie al Camberlingo"

BrindisiReport è in caricamento