Le auto sfrecciano a tutte le ore: tre incidenti in pochi giorni, residenti esasperati

La segnalazione giunge da via Egnazia al quartiere Paradiso. Precisamente il tratto che si incrocia con via Ugo Foscolo, la strada che ospita la sede del Giudice di pace

BRINDISI - Continuano a chiedere aiuto ai giornali i cittadini di Brindisi che non trovano risposte da parte degli addetti ai lavori riguardo i disservizi o disagi che si verificano nei quartieri dove vivono. Una delle ultime segnalazioni giunte alla redazione di questo giornale riguarda via Egnazia, al quartiere Paradiso. Precisamente il tratto che si incrocia con via Ugo Foscolo: le auto sfrecciano ad alta velocità mettendo a rischio pedoni e altri utenti della strada. Gli incidenti sono quasi all’ordine del giorno. 

A segnalare questa situazione una brindisina d’adozione: una donna del Tarantino trasferitasi a Brindisi nel 2016. Da allora chiede agli uffici competenti una soluzione a questo problema che toglie la serenità ai residenti. Specie a chi ha figli che escono a piedi o giocano all’aperto. 

“Abito in via Egnazia, subito dopo il cosiddetto “parcheggione”, nei pressi della svolta per il Giudice di pace. Qui si sfreccia a tutte le ore, di giorno e di notte non ne parliamo. Dal primo di settembre si sono verificati già tre incidenti nello stesso punto. Il primo tamponamento con tanto di chiamata a Polizia municipale e vigili del fuoco, il secondo tra moto all'una di notte e sono uscita io correndo per aiutare i ragazzi e il terzo due mattine fa”. Racconta la donna nella segnalazione. 

via egnazia paradiso1-2

“Appena arrivata in questo quartiere, nel 2016 mi sono recata all'Ufficio traffico per chiedere l’installazione di rallentatori o chiamiamoli attraversamenti pedonali rialzati, come vogliamo. La risposta che mi è stata data? Signora se non siamo a ridosso di scuole non possiamo fare nulla. Allora: aspettiamo il morto e poi che faccio? Denuncio che comunque questa segnalazione era stata fatta da più residenti di questo quartiere?”. 

Una strada, come tante dei quartiere periferici della città, spesso dimenticate. Sempre  da quanto segnala la residente, i cartelli stradali sono nascosti dietro gli alberi, il “parcheggione” che un tempo ospitava una stazione di servizio è sporco e pieno di chiodi “Non è Mai stato pulito da quando sono arrivata a Brindisi nel 2016”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Noi qui siamo tutte famiglie, attraversiamo con i bambini, è pericoloso anche camminare sui marciapiedi che ogni tanto qualcuno sbanda, spero facciano qualcosa”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento