rotate-mobile
Attualità

"I segnali delle donne": la Cgil ospita un seminario e una mostra

Primo seminario Fp Cgil Brindisi: i segnali delle donne  - 23 Dicembre, ore 15:30 Viale S.Giovanni Bosco 41 Brindisi

BRINDISI - La Cgil-Fp Br vuole essere a fianco, ascoltare e sostenere la voce delle donne vittime di violenza, in tutte le forme in cui si esprime, propone un percorso “I segnali delle donne”, con l’obiettivo di chiedere alle Istituzioni, alle aziende, di intervenire con misure più stringenti "perché se la donna è considerata come soggetto possedibile non come soggetto di cittadinanza, il nostro territorio ha un gravissimo vuoto di democrazia che non possiamo considerare completamente sanato". Appuntamento venerdì 23 dicembre, ore 15.30 Viale S.Giovanni Bosco 41 Brindisi.

E’ fondamentale che le Donne stesse sappiano di potersi rivolgere alla Cgil-Fp Brindisi dove possono trovare ascolto e ricevere un supporto a tutela delle donne, lavoratrici sui posti di lavoro.

Nei locali della Cgil Brindisi si svolgerà una Mostra di quadri - bellezza violata di Viviana Matrangola a cura di Flow Libere Espressioni. Nove tele realizzate con tecnica mista, ecoline e acrilico. La trasparenza dell'ecoline rende la bellezza, la delicatezza e la sensibilità delle donne;

l'Acrilico nero rappresenta la violenza fisica o psicologica subita per tutti quegli aspetti di una donna per cui viene punita invece di essere amata e rispettata: Bellezza, Sensualità, Resilienza, Forza, Libertà, Determinazione, Sensibilità, Alterità. Una tela è dedicata alle donne Afghane ed al loro coraggio.

A tutte quelle Donne che hanno la pelle graffiata dalla violenza dei loro uomini dedichiamo queste tele e queste parole: "Io vedo in te una bellezza che non svanirà, e nell'autunno dei tuoi giorni quella bellezza non avrà timore di guardarsi nello specchio, e non ne riceverà offesa. Solo io amo in te ciò che non si vede” Kahlil Gibran.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I segnali delle donne": la Cgil ospita un seminario e una mostra

BrindisiReport è in caricamento