rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità San Pietro Vernotico

Sezione Primavera, avviso pubblico: adesioni entro il 10 febbraio

Accoglierà 10 bambini e bambine di età compresa tra i 24 e i 36 mesi, residenti nei comuni facenti parte del Consorzio Ats Br4, con priorità riconosciuta ai bambini residenti nel territorio di San Pietro Vernotico

SAN PIETRO VERNOTICO - Il Comune di San Pietro Vernotico, in collaborazione con il Consorzio per la realizzazione del Sistema Integrato di Welfare dell’Ats Br-4, programma l’attivazione del servizio di Sezione primavera. L'avviso è stato pubblicato il 20 gennaio scorso. Come annuncia l'assessore ai Servizi sociali del Comune di San Pietro Vernotico, Giuliana Giannone, sulla sua pagina Facebook, le adesioni devono essere presentate entro le ore 12 del 10 febbraio 2023 (qui i moduli). 

La Sezione Primavera è un servizio educativo e sociale dedicato ai bambini tra i 24 e 36 mesi, che si configura come un mezzo di collegamento tra il nido e la scuola dell’infanzia. Ha la finalità di concorrere con le famiglie alla cura, all’educazione e alla socializzazione dei bambini promuovendone al contempo il benessere all’interno di un ambiente attento e protetto. Accoglierà 10 bambini e bambine di età compresa tra i 24 e i 36 mesi, organizzate ai sensi dell’art. 53 del Regolamento Regionale n. 4/2007 e ss.mm.ii., residenti nei comuni facenti parte del Consorzio ATS Br4, con priorità riconosciuta ai bambini residenti nel territorio comunale. Possono presentare istanza di ammissione le famiglie il cui figlio minore abbia compiuto 24 mesi tra settembre e dicembre 2022.

Il servizio ha come finalità la creazione di un ambiente accogliente, con particolare attenzione agli spazi ludico/ricreativi volti allo sviluppo cognitivo e motorio del bambino. Il servizio si pone i seguenti obiettivi generali ed educativi: offrire un ambiente confortevole, socializzante e di crescita per i bambini, in una prospettiva di benessere psico-fisico e di sviluppo delle loro potenzialità cognitive, affettive, relazionali e sociali; cura dei bambini, che comporti un affidamento continuativo a figure diverse da quelle parentali in un contesto esterno a quello familiare; sostegno alle famiglie e alle loro scelte educative; fornire risposte ai bisogni educativi delle differenti età ed esigenze; offrire opportunità di continuità educativa tra servizio e famiglia;
dare la possibilità ai bambini di sperimentare occasioni ludiche e ricreative insieme a coetanei al fine di promuovere un gruppo in cui il gioco diventi occasione e possibilità di aggregazione ed integrazione.
Accoglienza, inserimento e graduale distacco con la figura di riferimento e costruzione di una relazione significativa con l’operatore e i compagni; promuovere esperienze e modalità di gioco che siano allo stesso tempo piacevoli e stimolanti, che comprendano quindi un’attenzione particolare ai canali espressivi della creatività, del gioco simbolico, dell’immaginazione e del fantastico nonché allo sviluppo della motricità; stimolare la crescita equilibrata del bambino/a in termini affettivi, col rispetto delle fasi e dei ritmi personali di sviluppo sostenendo la loro naturale predisposizione alle relazioni e alla conoscenza; sviluppare l’autonomia nell’ambito delle attività ludiche.
Responsabilizzare i bambini/bambine rispetto agli spazi, alle proposte ed ai materiali; organizzazione apposita di spazi, per favorire nel bambino, la capacità di orientarsi consapevolmente tra diverse opportunità, poter scegliere giochi e attività che siano rispondenti alle proprie motivazioni;

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sezione Primavera, avviso pubblico: adesioni entro il 10 febbraio

BrindisiReport è in caricamento