Domenica, 13 Giugno 2021
Attualità

Cisal: "Test rapidi anche per i lavoratori della zona industriale"

L'organizzazione sindacale chiede di aumentare la capacità di contact tracing tra le imprese

BRINDISI - Il sindacato Cisal chiede l’attivazione di una campagna di screening tramite test rapidi anche per i lavoratori della zona industriale di Brindisi. Lo fa attraverso una nota a firma dei segretari Massimo Pagliara (foto in basso) e Giovanni Mavrodis. “Gli ultimi dati Istat – si legge nel comunicato - forniscono una fotografia inquietante del mercato occupazionale, in evidente ed inevitabile peggioramento, anche perché in scadenza il già prorogato periodo di blocco dei licenziamenti. 

Massimo Pagliara

Da questo crollo non è ovviamente esclusa la provincia di Brindisi che, con un avvilente oltre 40 per cento di disoccupazione giovanile, non solo è inetta a produrre soluzioni lavorative ma, con ancor più colpevole irragionevolezza, trascura di tutelare, in questo periodo, le uniche realtà produttive del territorio. L’oggettività industriale brindisina ed i migliaia di cittadini-lavoratori che vi operano meritano di ricevere, dal sindaco e presidente della Provincia Riccardo Rossi, adeguate attenzioni poiché autentico traino dell’intera economia locale”.

Il sindacato chiede dunque l’estensione all’area industriale della proposta di effettuare test antigenici rapidi a tappeto, già avanzata dal sindaco Rossi in ambito scolastico. “Sarebbe una idea innovativa – affermano i segretari della Cisal - poiché aumenterebbe la capacità di Contact Tracing tra le imprese e fornirebbe un fondamentale aiuto al regolare svolgimento delle attività”.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisal: "Test rapidi anche per i lavoratori della zona industriale"

BrindisiReport è in caricamento