Martedì, 19 Ottobre 2021
Attualità

Osapp: “Si apra un confronto pubblico sul carcere di Brindisi”

Il segretario regionale del sindacato degli agenti di polizia penitenziaria, Ruggiero Damato: "La situazione è critica"

Il sindacato Osapp accende nuovamente un faro sulla situazione del carcere di Brindisi, in cui la scorsa settimana si svolta la visita di una delegazione con rappresentanti di Radicali, Nessuno tocchi Caino e della Camera Penale di Brindisi. Il segretario regionale del sindacato, Ruggiero Damato, proprio a proposito di tale visita, ringrazia la Camera Penale “per l’attenzione al mondo penitenziario”. Contestualmente il sindacalista ribadisce “tutte le criticità denunciate nei giorni scorsi con i gravissimi eventi accaduti nel penitenziario di Brindisi, rimarcando la gravità degli stessi partendo dalle lesioni gravissime inflette all'ispettore da un detenuto tramite lametta, con conseguenti punti di suture sia sul braccio che alla spalla, che solo per mera fortuna non colpito alla gola, e con l'evento gravissimo della molotov e dello sfondamento di un muro di una stanza detentiva e l'immissione dei detenuti che l'occupavano nel corridoi della sezione con aggressione fisica e verbale dei poliziotti presenti”.

Damato si chiede: “Se tutto ciò non è da considerare criticità, ci chiediamo quali siano le criticità, quelle della perdita della vita di un poliziotto penitenziario, colpevole solo di recarsi in servizio ad espletare il proprio mandato Istituzionale? O solo quanto vi è da ‘massacrare mediaticamente’ uomini e donne della polizia penitenziaria?”.

Il sindacalista invita dunque “il presidente della Camera Penale di Brindisi, nel prossimo futuro, a contattare i rappresentanti della polizia penitenziaria che sono anche poliziotti penitenziari in servizio, ascoltando come si suol dire le due campane”. Lo stesso “dà già da subito la disponibilità a un confronto pubblico su qualsiasi emittente televisiva e con altre figure per parlare delle condizioni a dir poco ‘esplosive’ sotto l'aspetto della sicurezza in senso lato, con gravissima carenza di personale di polizia penitenziaria, di mezzi e la reale situazioni dei penitenziari pugliesi e la gravità di eventi che sta vivendo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Osapp: “Si apra un confronto pubblico sul carcere di Brindisi”

BrindisiReport è in caricamento