rotate-mobile
Attualità

"Situazione logistica dei vigili del fuoco al G7 è inadeguata e a rischio per la salute"

Lo denuncia Gianni Cacciatore, segretario della Puglia per il sindacato dei vigili del fuoco Conapo in una nota inviata alla premier Meloni e al ministro Piantedosi

BRINDISI - "Automezzi insufficienti e inadeguati, organici ridotti e vigili del fuoco accampati in tende montate all'interno di malsane e torride autorimesse del Comando dei vigili del fuoco di Brindisi riadattate all'uso e all'interno dei capannoni della fiera di Bari. È improvvisazione come se fosse scoppiata una inattesa calamità mentre siamo di fronte a un evento che andava pianificato da tempo. La situazione logistica dei vigili del fuoco al G7 è totalmente inadeguata e a rischio per la salute". Lo denuncia Gianni Cacciatore, segretario della Puglia per il sindacato dei vigili del fuoco Conapo in una nota inviata alla premier Meloni e al ministro Piantedosi.

"È un trattamento intollerabile e irrispettoso - aggiunge - verso i nostri vigili del fuoco, più da paese sottosviluppato che da membro del G7. È mancata la dovuta attenzione politica da parte del governo e del Ministero dell'interno e una idonea pianificazione da parte dei vertici del Corpo che hanno deciso di modificare al ribasso il piano predisposto in Puglia con il coordinamento della direzione regionale dei vigili del fuoco e pensato bene di accampare il personale nei garage al posto degli automezzi".

 "Basta improvvisazione invito la premier Meloni ad andare a vedere di persona gli accampamenti dei suoi vigili del fuoco. Il ministro Piantedosi intervenga", aggiunge Marco Piergallini, segretario generale del Conapo.

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Situazione logistica dei vigili del fuoco al G7 è inadeguata e a rischio per la salute"

BrindisiReport è in caricamento