Martedì, 3 Agosto 2021
Attualità

Sosta selvaggia a Torre San Gennaro: oltre 40 multe in meno di un'ora

Per divieto di sosta, sosta in Ztl e sosta nei posti riservati ai disabili. Tra questi anche la mamma di un bambino affetto da Autismo che ha dovuto parcheggiare in un posto non consentito

TORRE SAN GENNARO - L’indisciplina regna sovrana a Torre San Gennaro, marina di competenza del Comune di Torchiarolo. Domenica scorsa nel giro di poche ore gli agenti della Polizia locale hanno elevato oltre 40 multe per divieto di sosta, sosta in Ztl e sosta nei posti riservati ai disabili. Tra questi anche la mamma di un bambino affetto da Autismo che ha dovuto parcheggiare in un posto non consentito perché lo stallo di piazza Garibaldi (fronte mare) riservato a chi ha disabilità era stato occupato abusivamente da chi non ne aveva diritto. 

Tutto per non fare due passi in più. Ne è convinto il sindaco di Torchiarolo Elio Ciccarese che interpellato sulla carenza dei parcheggi nella marina ha commentato così “Se si vuole arrivare in mare con l’auto allora parcheggi non ce ne sono, se si è disposti a fare qualche passo in più, lo spazio c’è per tutti. Purtroppo queste situazioni le vedo solo a Torre San Gennaro, a Lendinuso non si verificano scene di sosta selvaggia di questa portata”. E la prova sta nel fatto che sempre domenica 4 luglio gli agenti della Polizia locale che hanno monitorato le marine dalla Canuta a Torre San Gennaro, solo in quest’ultima località hanno elevato decine e decine di multe.

polizia locale torre san gennaro2-2

Certo da quando è stata rimossa via Delle Dune e istituita la zona a Traffico limitato nel Centro storico, è stata eliminata qualche centinaia di posti auto, i disagi non sono mancati ma purtroppo indietro non si può tornare e parcheggiare a due passi dal mare non si può più. Certamente se tutte le strade sono occupate non si deve lasciare l’auto in divieto di sosta, intralcia il traffico. I vialoni al confine con Campo di Mare (marina di competenza del Comune di San Pietro Vernotico) sono liberi, ma per raggiungere il mare si devono fare due passi. Quei due passi in più di cui sopra. 

“Quando andiamo a visitare le altre località ci sembra normale parcheggiare l’auto distante dal centro, magari anche pagando il parcheggio, a San Gennaro no”. Continua il sindaco che ha anche annunciato una delibera in cui si chiede ai proprietari di terreni di metterli a disposizione degli automobilisti dal 15 luglio al 15 settembre. Naturalmente a pagamento, come è già accaduto negli anni passati. 

Le multe

Le multe per divieto di sosta ammontano a circa 40 euro, quelle per sosta in Rtl a oltre 80. “Eppure i segnali sono grandi e ben chiari - commenta il comandante della Polizia Locale Lorenzo Renna - nella zona a traffico limitato possono accedere solo i residenti con i pass e solo per effettuare le operazioni di carico e scarico e sono autorizzati a sostare con l'auto solo esclusivamente da mezzanotte alle 9 del mattino poi la zona deve essere libera. Nello stesso tempo sono autorizzati ad accedere con i pass i pescatori per le operazioni di Varo e alaggio dei natanti e poi veicoli e carrelli devono essere portati fuori”. E' così da qualche anno ormai, ma i furbetti ci sono sempre. 

Ztl torre san gennaro-2

“La pattuglia ha elevato 40 verbali in meno di un’ora. Questo comportamento non è accettabile. Non si può perdere tempo a cercare i furbetti di turno, lavoriamo sotto organico, non possiamo sacrificare gli altri servizi solo perché c’è gente indisciplinata”. 

Renna annuncia che i prossimi verbali verranno fatti con il Targa-System (attraverso una telecamera montata sull’auto della Polizia locale che rileva le infrazioni, durante la marcia) o con il Tablet (verrà scattata una foto e il verbale inviato a casa. Senza cedolino di preavviso sul parabrezza). Tolleranza zero, quindi. 

La sosta sullo stallo per disabili

E a proposito di furbetti, singolare e triste è l’esperienza di una giovane mamma di San Pietro Vernotico con un figlio affetto da Autismo e provvista di regolare pass per disabili che non ha potuto parcheggiare nel posto riservato perché lo stesso era occupato da un’auto senza autorizzazione. Si tratta dello stallo di piazza Garibaldi a due passi dal mare. 

sosta per disabili torre san gennaro-2

“Ho dovuto lasciare l’auto a decine di metri di distanza e ho anche preso la multa. Mio figlio ha subìto grossi disagi, non è facile per lui camminare a lungo sotto al sole. Ma quello che mi fa più rabbia è che quel posto per disabili era stato occupato da una persona perfettamente in salute (che ha anche preso la multa) che aveva deciso di trascorrere la mattinata al bar della piazza. Ho assistito a tutta la scena, ho anche visto i vigili fare la multa a quell’auto e quell’uomo tornare all’auto dopo diverse ore. Sul cruscotto non c’era alcun pass per disabili”. 

Non solo indisciplina ma anche strafottenza verso le categorie più fragili. E domenica scorsa era solo la prima di una lunga serie. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sosta selvaggia a Torre San Gennaro: oltre 40 multe in meno di un'ora

BrindisiReport è in caricamento