rotate-mobile
Attualità

“La sottrazione e/o trattenimento dei minori a livello internazionale”: convegno a scuola

In presenza ed on-line il 25 maggio prossimo: presentazione di un laboratorio didattico - formativo a cura dell’Istituto Comprensivo Bozzano, associazione il Segno Mediterraneo odv, Camera Minorile di Brindisi, Csv Brindisi Lecce Volontariato nel Salento

BRINDISI - “La sottrazione e/o trattenimento dei minori a livello internazionale”. E' questo il tema del convegno, in presenza ed on-line, che si svolgerà il 25 maggio prossimo dalle 10 – 11.30, presso l’Aula Magna dell’Istituto di scuola secondaria di primo grado Marzabotto di Brindisi, viale Aldo Moro. Presenti in aula gli studenti della II^ E e della III^ E per un totale di 45 ragazzi. In programma: presentazione di un laboratorio didattico - formativo a cura dell’Istituto Comprensivo Bozzano, associazione il Segno Mediterraneo odv, Camera Minorile di Brindisi, Csv Brindisi Lecce Volontariato nel Salento. 

Interverranno: prof. Marialuisa Pastorelli, Dirigente Scolastico Ic Bozzano, dott. Elvira D’Alò Pedagogista, dott. Gianni Stasi, presidente Il Segno Mediterraneo, avv. Simonetta De Carlo, presidente Camera Minorile di Brindisi, dott. Rino Spedicato Vice Presidente Csv Br - Le; Saluti istituzionali della dott.ssa Carolina Bellantoni Prefetto di Brindisi, di Rosa Barone, assessore al Welfare di Regione Puglia e di Sebastiano Leo Assessore regionale alla Cultura e all’Istruzione; delle proff. Gentile e Carluccio, Docenti Istituto Scolastico Comprensivo Bozzano e titolari del laboratorio didattico - formativo; Le testimonianze da remoto, di tre genitori. Conclusioni da parte degli organizzatori. 

Raccontare la storia di due persone di diversi paesi che si incontrano e si innamorano. Si sposano e mettono al mondo un figlio. Dopo un certo periodo di tempo di “normale” convivenza, improvvisamente un genitore, perlopiù la madre, si allontana per raggiungere il suo Paese di provenienza e non tornare più. Lascia, così, il padre privo del figlio (Sottrazione e/o trattenimento Internazionale dei minori). L’argomento, così come illustrato, viene esaminato in un “laboratorio didattico formativo” da parte degli studenti dell’Istituto Comprensivo Bozzano di Brindisi attraverso la rappresentazione grafica del problema; Il dolore di chi è privato del proprio figlio, una poesia, una canzone più musica arrangiata. Ma anche attraverso la testimonianza diretta di casi reali di alcuni genitori. Riflettere su alcuni dei casi reali accaduti in Italia e nel territorio brindisino grazie al contributo, di analisi e di studio del fenomeno prodotto dall’associazione Il Segno Mediterraneo nel volume “la sottrazione e/o trattenimento dei minori nello scenario internazionale”. 

“Il fenomeno della sottrazione internazionale di minori, rileva lo studio sopradetto, si verifica sempre più spesso. Il numero dei casi è in continuo aumento, sia per la semplicità con la quale è possibile attraversare le frontiere, sia per l’aumento di unioni tra partner di diverse nazionalità. Il dato statistico dei bambini contesi tra l’Italia e l’estero è in continuo aumento: dal 2000 al 2017 sono stati 3.300 i minori “rapiti” da un genitore. Significativi i dati più recenti relativi al triennio 2019 – 2021. Nel solo 2019, tra pervenuti e pendenti, trattati 636 casi, nel 2020, il numero è stato di 581 ed alla fine del 1^semestre 2021, trattati 487 casi. (Fonte Dipartimento della Giustizia minorile e di comunità Ministero della Giustizia, sul fenomeno della «sottrazione internazionale di, minori»). Al fine di tutelare l’interesse dei minori è stata varata all’Aja la “Convenzione per la tutela dei minori e la cooperazione in materia di adozione internazionale”. Un accordo internazionale che vincola gli Stati firmatari, sia di origine che di accoglienza del minore, allo scopo di arginare il triste fenomeno del mercato dei bambini.” 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“La sottrazione e/o trattenimento dei minori a livello internazionale”: convegno a scuola

BrindisiReport è in caricamento