rotate-mobile
Attualità

Amianto e malattie professionali: uno Sportello di verifica dei trattamenti pensionistici

Attivo presso la sede Filctem Cgil di Brindisi in via P. Togliatti 44, gli   appuntamenti possono essere richiesti al Delegato delle Tutele Individuali della categoria Luigi Zippo inviando un messaggio al numero 3204805392, e/o delegati e Rsu di posto di lavoro

 BRINDISI - La Filctem Cgil, il sindacato che rappresenta e organizza i lavoratori dei settori industriali Chimico, Elettrico e Manifatturiero, lo Spi il Sindacato dei pensionati e il patronato Inca della Cgil, organizzano uno Sportello di verifica e consulenza a disposizione dei lavoratori già in pensione o in procinto di andarci.  Lo Sportello è attivo presso la sede Filctem Cgil di Brindisi in via P. Togliatti 44, gli   appuntamenti possono essere richiesti al Delegato delle Tutele Individuali della categoria Luigi Zippo inviando un messaggio al numero 3204805392, e/o delegati e Rsu di posto di lavoro

Particolare attenzione per lavoratori e pensionati dei settori industriali che hanno avuto un’esposizione all’amianto e per i quali avendo ottenuto il relativo riconoscimento all'esposizione da parte dell'Inail per via amministrativa o attraverso sentenze a conclusione di percorsi giudiziari, è necessario verificare l’effettivo riconoscimento previsto del diritto alla maggiorazione della pensione.  

Un controllo e una verifica dei trattamenti pensionistici, per chi dopo il 1995, è andato in pensione con il sistema misto retributivo/contributivo e per i quali Inps tende a non riconoscere le maggiorazioni di legge sulla quota contributiva della pensione. Una campagna di informazione, affermano Antonio Frattini Segretario della Filctem, Michela AlmientoSegretaria dello Spi e Maria Ciracì Direttrice del Patronato Inca, anche, per far conoscere alle persone che si sono ammalate a causa dell'amianto le nuove misure, contenute nell'ultima manovra finanziaria. 

In particolare, si tratta dell'aumento dell'una tantum, erogata dall'Inail, destinato a chi abbia contratto il mesotelioma pleurico per esposizione ambientale o familiare che, a partire dal 1° gennaio 2023, passa da 10mila euro a 15mila euro. Per chi ha già avuto il riconoscimento di una malattia professionale e percepisce una rendita Inail, si verificherà se il beneficio sia stato incrementato dal 15 per cento al 17 per cento.

Lo Sportello di consulenza, anche, per possibili malattie professionali, patologie le cui cause sono da ricondurre all’attività o all’ambiente di lavoro riconosciute dal sistema assicurativo nazionale obbligatorio contro gli infortuni e le malattie professionali, che fa capo all’Inail, il quale gestisce risorse finanziarie per garantire gli indennizzi e i risarcimenti a quei lavoratori e a quelle lavoratrici che dovessero subire dei danni alla loro salute causati dall’attività professionale. 

Si invitano gli interessati a rivolgersi per una consulenza gratuita sia per accertarsi se la patologia di cui si soffre sia correlata al lavoro o ad esposizione all'amianto, sia per verificare se l'importo della rendita di cui si è già titolari sia stata liquidata correttamente. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto e malattie professionali: uno Sportello di verifica dei trattamenti pensionistici

BrindisiReport è in caricamento