Stabilizzazione precari Asl, Fials: “Si abbia trasparenza e rispetto dei neoassunti”

Il sindacato chiede all’ufficio ispettivo del dipartimento della funzione pubblica, un intervento diretto presso la Asl per presunti illeciti nella trasparenza degli atti

BRINDISI - Fials chiede all’ufficio ispettivo del dipartimento della funzione pubblica, un intervento diretto presso la Asl di Brindisi per presunti illeciti nella trasparenza degli atti e nella firma dei contratti individuali dei 171 Oss chiamati dalla graduatoria.

“Sia rispettato il diritto dei dipendenti neo assunti a scegliere la sede di lavoro e venga rispettato il dettame contrattuale: non 6 mesi di prova, ma 2 mesi” dice Giuseppe Carbone Segretario Generale Fials.I 171 Oss, prenderanno servizio dal prossimo 16 agosto e, a tutt'oggi, non sanno dove presteranno servizio. Tutto ció è inaudibile e poco rispettoso nei confronti di questi operatori. Chiedo al presidente di giunta regionale e al direttore del dipartimento salute di intervenire per quanto di propria competenza” chiosa il segretario. 

Fials non ci sta e dichiara illegittimo il comportamento adottato dal direttore generale dell’Asl di Brindisi “si abbia trasparenza e  rispetto dei neoassunti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

Torna su
BrindisiReport è in caricamento