rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Attualità San Pietro Vernotico

Stop ai botti di Capodanno: emessa ordinanza. L'appello: "Tuteliamo i fragili e gli animali"

E’ in vigore dal 28 dicembre al 9 gennaio prossimo su tutto il territorio comunale. Associazione ambientalista chiede che diventi definitiva

SAN PIETRO VERNOTICO - Anche a San Pietro Vernotico come in altri centri del Brindisino, è stata emessa un’ordinanza che vieta “di far esplodere polveri, liquidi infiammabili, mortaretti, e articoli pirotecnici in tutte le aree pubbliche e private del territorio comunale”. E’ in vigore dal 28 dicembre al 9 gennaio prossimo. Il provvedimento giunge dopo un episodio verificatosi nel centro abitato riguardante l’esplosine di petardi, che ha preoccupato i cittadini e una specifica richiesta fatta dall’associazione ambientalista “Eterea, l’albero della vita” a metà dicembre scorso. 

“L’uso e l’esplosione di petardi, botti e artifici pirotecnici di vario genere possono provocare danni alla salute anche sotto il profilo dello stress, in particolare sui soggetti più deboli e che le deflagrazioni cagionano analoghe conseguenze negative sugli animali, causando negli stessi spavento, perdita del senso dell’orientamento e rischio di smarrimento, con conseguente pregiudizio per la loro stessa incolumità e per la sicurezza in generale e stradale”. Precisano i volontari. 

I pericoli per l’incolumità dei cittadini, di chi maneggia materiale esplodente, dei soggetti fragili, degli animali e la deturpazione dei luoghi pubblici, sono tutti aspetti trattati nell’ordinanza

Il divieto si riferisce a “luoghi, coperti o scoperti, pubblici o privati, come ad esempio condomini, abitazioni provate, finestre, balconi, lastrici solari, cestini, contenitori delle isole ecologiche e nelle vie, piazze e aree pubbliche in tutto il territorio comunale, e comunque in ogni luogo dove possano transitare od essere presenti persone ed animali, fatti salvi spettacoli di fuochi d’artificio preventivamente autorizzati dalle competenti Autorità, ai sensi e per gli effetti delle norme vigenti”. 

Si estende “a tutti coloro che, avendo la disponibilità di aree private, ne consentano ad altri l’uso per utilizzare il materiale vietato con la presente ordinanza. E’ fatto altresì divieto di consentire a minori il possesso e/o maneggio e/o utilizzo di prodotti pirotecnici di qualsivoglia tipologia, a prescindere quindi che di essi sia consentita o vietata la vendita”. 

Multe fino a 500 euro

La violazione dell’ordinanza comporta l’applicazione delle sanzioni amministrative previste dall’art. 7 bis del D.Lgs. 267/2000, di importo compreso tra 25 e 500 euro, nonché il sequestro del materiale utilizzato o illecitamente detenuto ai sensi dell’art. 20 comma 5 della predetta legge, fatte salve, inoltre, eventuali e ulteriori sanzioni penali e amministrative disposte dalla Legge 689/1981, oltre al ristoro di ogni danno causato”. 

“Si è avuta notizia che nella giornata del 27.12.2021 nella piazzetta Gianturco, ma anche in altre zone centrali del paese gruppi di ragazzi, probabilmente alcuni anche di minore età, non individuati, hanno esploso petardi ed articoli pirotecnici, causando spavento e preoccupazione nei passanti”. 

Il gruppo di ambientalisti, inoltre chiede l’estensione dell’ordinanza a tutto l’anno.  “Se si dovesse assistere a tale pratica durante le giornate di divieto possono essere contattate le forze dell'ordine che faranno rispettare, sanzionando, chi non dovesse rispettare l’ordinanza. Ringraziando il sindaco, l'amministrazione e il consiglio tutto per l'attenzione dimostrata alla tematica, proponiamo che tale ordinanza sia definitiva e riguardi tutto l'anno solare permettendo spettacoli pirotecnici solo previa autorizzazione da parte dell'istituzione.Noi, i soggetti fragili e gli animali tutti vi ringraziamo per il rispetto dimostrato”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop ai botti di Capodanno: emessa ordinanza. L'appello: "Tuteliamo i fragili e gli animali"

BrindisiReport è in caricamento