rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Attualità Centro Storico / Via Cittadella

Tutti pazzi per il castello del G7, ma le strade della "zona rossa" nel degrado

L'area intorno all'edificio, fra via Cittadella e via Castello, presenta ancora pericolose strade dissestate e criticità che attendono soluzioni immediate

BRINDISI - Per la città che si appresta ad ospitare i “Grandi della Terra” per la cena di gala in programma il 13 giugno prossimo, l’evento è di quelli che segnano la storia e che propongono anche una sfida irripetibile per dimostrare al mondo intero la ricca dotazione dei monumenti e della cultura che nel passato hanno fatto di Brindisi un centro importante per la sua posizione geografica, la sicurezza e la particolare bellezza del suo porto. 

La città sta vivendo un momento di particolare impegno ed il Castello Svevo, che sarà sede della cena di gala del G/7, è diventato di grande attrazione e curiosità per i crocieristi che si imbarcano e sbarcano  dalle navi crociere, per semplici turisti di passaggio, per gli abitanti dei paesi vicini e per le scolaresche, che formano lunghe code per ammirare l’antico maniero situato nel cuore del centro cittadino che si affaccia sulle banchine del senso di ponente, con la sua straordinaria bellezza, con l’imponenza dei suoi torrioni poligonali. 

castello svevo brindisi-2

Il Castello è anche ben visibile dall’altra parte del porto, dal rione Casale e dalla via Vespucci per cui in questi giorni si intravedono numerosi pullman con il pieno di turisti che si fermano per ammirare e fotografare il castello “dei grandi” in attesa che prenda corpo l’illuminazione artistica progettata ed in corso di realizzazione che darà all’antico maniero una stupenda visione, in particolare dal seno di ponente del porto. 

La posizione strategia e centrale del Castello Svevo, inoltre, consente ai numerosi visitatori di addentarsi in un “quadrilatero di storia e di cultura”, un percorso che in poche centinaia di metri quadrati racchiude la vicina Chiesa di San Benedetto, un edifico sacro già monastero delle suore Benedettine, con il suo Chiostro ed il Campanile dell’XI secolo, le Vasche Limarie dell’Acquedotto Romano, adiacenti a Porta Mesagne, la più antica Porta d’Ingresso della città di origine medioevale, fatta costruire in epoca romana da Marco Antonio, gli scavi archeologici di San Pietro degli Schiavoni di epoca romana risalenti al V secolo a.c. , ben visibili anche dalla vetrata  realizzata sul teatro Verdi, il Tempietto di San Giovanni al Sepolcro, testimonianza dello stretto rapporto fra la città di Brindisi e Terra Santa durante le crociate, edificato prima del 1128. 

Castello Svevo-4

Con l’avvicinarsi della data attesa la città si sta mobilitando progettando e realizzando tutte le opere necessarie per consentire la migliore accoglienza ai “grandi del mondo” ed al gran numero di partecipanti fra collaboratori, militari ed addetti alla sicurezza, agli organi di informazione che arriveranno da ogni parte del pianeta, ed in questi ultimi giorni si sta provvedendo sollecitamente al rifacimento del manto stradale delle vie interessate alla “zona rossa”. 

Strade dissestate nei pressi del castello

Permane, tuttavia, un visibile degrado nelle zone interessate e distanti poche centinaia di metri dal Castello che presentando strade dissestate e pericolose, cumuli di rifiuti abbandonati da cittadini incivili nei consueti punti, pure controllati, fra via Castello e via Cittadella, Via  Nicolò Tacconi, fra via Marconi e via Monopoli, e nel fossato dello stesso Castello Svevo fra via del Lavoro ( strada di accesso al Castello) e via Provinciale San Vito, dove una folta ed alta vegetazione mai ripulita nel corso degli anni ne impedisce la migliore visuale. Sarà certamente tutto pronto per la data del meeting mondiale ma, intanto, in questi giorni ancora la “zona rossa” presenta forti criticità per tutti i visitatori che sempre più numerosi e “tutti pazzi” per il “Castello dei Grandi del Mondo” percorrono strade adiacenti interessate e pericolose, fra cumuli di rifiuti abbandonati.

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti pazzi per il castello del G7, ma le strade della "zona rossa" nel degrado

BrindisiReport è in caricamento