rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità

Torre Rossa, ancora allagamenti ad ogni acquazzone: "Costretti a vivere nel disagio"

Lo sfogo di un residente di Torre Rossa, contrada brindisina adiacente alla frazione di Tuturano, riguardo a un problema di allagamenti delle strade che si verifica ad ogni acquazzone

BRINDISI - "Quello che vedete nelle foto è lo stato delle strade di Contrada Torre Rossa nella giornata di ieri. Quando la pioggia è più intensa di quanto non lo sia stata nei giorni scorsi le strade diventano assolutamente impraticabili. C'eravamo illusi che le cose potessero cambiare. Una prima volta quando il presidente della Commissione Bilancio della Regione Puglia Fabiano Amati aveva acquisito la disponibilità di Snam ad eseguire a proprie spese i lavori di realizzazione delle strade e della pubblica illuminazione nella nostra Contrada". Inizia così lo sfogo di un residente di Torre Rossa, contrada brindisina adiacente alla frazione di Tuturano, riguardo a un problema di allagamenti delle strade che si verifica ad ogni acquazzone. Un problema più volte portato all'attenzione pubblica e non ancora risolto.

torre rossa allagata gennaio 2022.2-2-2

"Una seconda volta quando l'intero Consiglio Comunale aveva approvato un ordine del giorno del Consigliere Gabriele Antonino che impegnava il Sindaco ad accettare l'offerta di Snam. Nulla purtroppo è accaduto nonostante che Snam abbia confermato formalmente alla Amministrazione Comunale la sua disponibilità ad intervenire con una lettera del 22 luglio scorso".

torre rossa allagata gennaio 2022-3

"E tanto solo perché Snam, che ha eseguito i lavori di realizzazione del metanodotto Tap, ha chiesto che l'importo dei lavori fosse computato tra le opere compensative previste dalla Legge 239/2004. Il sindaco pretende che Snam esegua quelle opere come atto di liberalità, riservandosi di decidere lui a quali interventi destinare le somme eventualmente dovute a titolo di compensazione che, ricordiamolo, sono destinate esclusivamente a risarcire eventuali danni ambientali provocati durante la costruzione del metanodotto. Proprio come quelli che si sono verificati a Torre Rossa con l'essiccamento di tutti i pozzi. Andrà a finire che non si otterrà nulla e che noi abitanti della Contrada saremo costretti a vivere nel disagio più assoluto per altri decenni! Questo accade quando la politica fa prevalere la teoria sulla logica e la razionalità".

L'intervento di Fabiano Amati

“Dopo l'intensa pioggia di ieri le strade della contrada di Brindisi, Torre Rossa, sono del tutto impraticabili. Gli amministratori e i tecnici devono solo sperare che non accada mai nulla che possa far scattare il codice penale, così da poter continuare a svolgere, indisturbati e senza morsi di coscienza, le mirabolanti peripezie ideologiche, infischiandosene completamente della sofferenza umana. Non capisco come gli abitanti di Torre Rossa stiano ancora in silenzio, accettando passivamente per buone tutte le giustificazioni elaborate dall'amministrazione comunale. Ci vuole più chiarezza”.  Lo dichiara il presidente della Commissione bilancio e programmazione Fabiano Amati.

"Dovesse succedere qualcosa di serio alle persone sarebbe applicabile l’articolo 40 comma 2 del codice penale, sia per i dirigenti comunali che per gli amministratori comunali. La legge lo dice chiaramente: non impedire un evento che si ha l’obbligo giuridico di impedire, equivale a cagionarlo. Equipara, pertanto, la condotta omissiva a quella commissiva. Non si può mettere a rischio la vita delle persone. Si assiste infatti a reiterata mancata adozione o esecuzione di vari atti amministrativi, sostenuta da inerzia ideologica e aggravata da due eclatanti scuse infondate: il rischio idraulico, quale ostacolo non contemplato dal Pai alla realizzazione delle opere di urbanizzazione offerte dalla Snam, giustificato peraltro da un insussistente, perché accertato, nesso causale tra danno ambientale alla falda e lavori di realizzazione della pipeline d’interconnessione alla rete Snam del gasdotto Tap. Non smetterò di denunciare questa situazione affinché non si trasformi in una emergenza continua, sperando che non scappi mai il morto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Rossa, ancora allagamenti ad ogni acquazzone: "Costretti a vivere nel disagio"

BrindisiReport è in caricamento