Torre San Gennaro, piccoli passi verso la riqualificazione paesaggio costiero

Da lunedì 22 giugno prossimo verranno eseguiti lavori di pavimentazione di via Belvedere a Torre San Gennaro, nel tratto compreso tra via D’Oria e via Libeccio (all’altezza del ristorante Zoki)

TORRE SAN GENNARO – C’è speranza per il progetto di riqualificazione del paesaggio costiero, da quattro milioni di euro, che dovrebbe dare un volto nuovo a Torre San Gennaro e Lendinuso, marine di competenza del Comune di Torchiarolo, sospeso a giugno del 2019 e mai più riavviato.

Lunedì 22 giugno prossimo verranno eseguiti lavori di pavimentazione di via Belvedere a Torre San Gennaro, nel tratto compreso tra via D’Oria e via Libeccio (all’altezza del ristorante Zoki). Il traffico veicolare è sospeso fino al 5 luglio “salvo consegna anticipata delle aree”. Si precisa nell’ordinanza n°20 del 17 giugno.

Un piccolissimo passo che apporterà modifiche sicuramente impercettibili rispetto alla portata del progetto e alle condizioni in cui versa la marina ma che rappresenta il segnale di interessamento da parte dell’amministrazione che molti cittadini aspettavano.

lavori torre san gennaro2-2

Nessuno, dopo giugno 2019, ha più riferito sullo stato dei lavori che sarebbero dovuti essere riavviati a settembre dello stesso anno. Le ultime comunicazioni ufficiali risalgono a maggio del 2019

Il sindaco di Torchiarolo, Flavio Caretto, tuttavia, non si sbilancia sulla durata del cantiere e la conclusione dei lavori. “Ci sono ancora delle situazioni da risolvere, attendiamo alcune risposte dalla Regione, certo è che l’attenzione e l’interessamento per il progetto non sono mai venuti meno. Anche se non sembra abbiamo continuato a lavorare costantemente anche su questo fronte”.

C’è il tratto di costa crollato all’altezza di via Libeccio che ha divorato anche l’asfalto e che è stata una delle cause di sospensione dei lavori. C’è il porticciolo la cui riqualificazione è stata stralciata dal progetto iniziale, c’è la falesia crollata. Ci sono le strade dissestate (il cui rifacimento non rientra nel progetto) e le mareggiate che se non vengono fermate divoreranno le nuove opere sulla costa.

Certo è che la visione delle marine come risorsa dal punto di vista turistico ed economico è ancora molto lontana. Non serve solo il progetto di riqualificazione dei paesaggi costieri per cambiare volto a queste località balneari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Temperature in calo: allerta neve anche in provincia di Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento