Attualità Carovigno

"L'integrazione non si tocca: no ai trasferimenti degli ospiti del Cas Green Garden"

Secondo disposizioni della prefettura saranno trasferiti a Restinco

CAROVIGNO - La Comunità africana chiede alla prefettura una immediata analisi del trasferimento dei 40 ospiti del Cas Green Garden a Restinco previsto entro la fine di gennaio.  "Le persone non possono essere trasferite da un giorno all'altro come oggetti, indipendentemente dalla loro volontà e dai loro bisogni. Il sogno di ogni immigrato è di essere ben integrato dove è stato accolto, l'integrazione è fondamentale per gli immigrati e per lo Stato. Ricordiamo come nell'ottobre del 2019 il trasferimento delle famiglie da via Ottaviano a Restinco ha creato tante polemiche".

"Capiamo le ragioni della protesta dei lavoratori del Cara di Restinco, da settimane per la riduzione del numero di ore di lavoro legata alla diminuzione del numero di ospiti, ma allo stesso tempo crediamo pienamente che non si può risolvere un problema creandone un altro. Adesso oltre alla contrarietà degli ospiti al trasferimento, ci sono tanti altri lavoratori dipendenti che rischiano di rimanere a casa. Chiediamo alla prefettura di rivedere la decisione del trasferimento, semplicemente perché non è la soluzione migliore, anzi al contrario". Scrive il presidente della Comunità africana Drissa Kone. 

Aderiscono all’appello Migrantes, Comitato provinciale Anpi Brindisi, Forum per cambiare l’ordine delle cose, Arci Brindisi, Compagni di Strada, Community Hub Brindisi, Aps Voci della Terra, Pap Brindisi e provincia.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'integrazione non si tocca: no ai trasferimenti degli ospiti del Cas Green Garden"

BrindisiReport è in caricamento