Sabato, 20 Luglio 2024
Attualità Francavilla Fontana

Trasporto d'urgenza al "Bambino Gesù": condizioni stabili per la piccola di 3 anni

La bimba aveva sofferto una grava emorragia intestinale. Il direttore generale della Asl, Maurizio De Nuccio: "Un grazie alla direzione medica del Camberlingo, ai reparti di Pediatria, Anestesia e Rianimazione, nonché alla Prefettura e all'Aeronautica militare"

ROMA - È ricoverata in condizioni cliniche stabili nell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma la bambina di tre anni di Francavilla Fontana trasportata in urgenza all’alba del 27 giugno dall’aeroporto di Brindisi. 

La piccola era arrivata la mattina del 26 giugno nell’unità operativa di Pediatria dell’ospedale Camberlingo di Francavilla Fontana, diretta da Biagio De Mitri, per grave quadro anemico post-emorragico intestinale, in quanto affetta da una rara patologia congenita già diagnosticata nello stesso reparto a pochi giorni dalla nascita.

Bambina in imminente pericolo di vita: volo d'urgenza da Brindisi a Roma

Gli operatori sanitari della Pediatria si sono adoperati per stabilizzare il quadro clinico della piccola paziente e, in collaborazione con il direttore medico del Camberlingo, Francesco Paolo Lisena, hanno organizzato tramite la Prefettura di Brindisi, un trasporto aereo in urgenza nell’ospedale Bambino Gesù per effettuare ulteriori trattamenti specialistici salvavita. Il direttore del reparto di Pediatria De Mitri ha dato tutte le indicazioni per il trasporto, con il supporto logistico dell’incaricato di funzione del Pronto soccorso Pietro Molendini, coadiuvato dai medici della direzione di presidio, Domenico Urso e Stefano Duma.

La bambina, nella notte, è stata portata in ambulanza dall’ospedale di Francavilla Fontana all’aeroporto di Brindisi dove è salita su un Falcon dell’Aeronautica Militare. Durante il volo, l’assistenza sanitaria è stata garantita dal direttore dell’unità operativa di Anestesia e Rianimazione del Camberlingo, Pietro Fedele, dalla pediatra Eliana De Marco e dall’infermiere della Rianimazione Antonio Camassa. Alle 6 di mattina del 27 giugno la bambina è stata affidata, in condizioni stabili, al personale sanitario dell’ospedale romano.

Il direttore generale della Asl, Maurizio De Nuccio, ringrazia "la direzione medica dell’ospedale Camberlingo e i reparti di Pediatria e Anestesia e Rianimazione per aver prestato tempestivamente le prime cure alla bambina e per aver garantito il trasferimento in totale sicurezza. Un grazie va anche alla Prefettura e all'Aeronautica militare per l'efficiente organizzazione".

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto d'urgenza al "Bambino Gesù": condizioni stabili per la piccola di 3 anni
BrindisiReport è in caricamento