Quattro pensionamenti nel comando provinciale dei vigili del fuoco di Brindisi

Nella mattinata di oggi, martedì 30 giugno, presso la caserma di via Nicola Brandi, si sono svolti i festeggiamenti in forma ridotta

Foto di archivio

BRINDISI - Quattro pensionamenti nel comando provinciale dei vigili del fuoco di Brindisi. Nella mattinata di oggi, martedì 30 giugno, presso la caserma di via Nicola Brandi, si sono svolti i festeggiamenti in forma ridotta a causa dell’emergenza Covid-19 ancora in atto. “Non si è potuto far sentire tutto il calore che si meritano, come ormai è consuetudine nei Vigili del Fuoco in maniera particolare in quello di Brindisi”, aggiunge Maurizio Saponaro in una nota inviata agli organi di informazione. 

I quattro vigili del fuoco in pensione sono: il capo-reparto Massimo Chiriacò, il capo-reparto Massimo Francioso, il capo-reparto Giovanni Fitto e il vigile coordinatore Giovanni Chiera. I tre che andranno in pensione dal primo luglio, hanno sulle loro spalle un nutrito bagaglio di esperienza nel campo pompieristico.

Massimo Chiriacò ha prestato servizio come vigile del fuoco ausiliario dall’1 settembre 1979 al 31 agosto1980, per poi entrare come vigile permanente l’11 marzo 1985 diventando capo squadra dall’1 gennaio 1998 e infine capo reparto dall’1 gennaio 2018. Tra gli interventi a livello nazionale in evidenza la partecipazione al terremoto in Umbria del 1997, nell’alluvione nel Tarantino del 2003 e nel terremoto dell’Aquila del 2009, partendo immediatamente con la prima squadra inviata da Brindisi, oltre al terremoto di Amatrice nel 2016. Infine chiude come responsabile del magazzino materiali del Comando di Brindisi.

Foto Massimo Chiriacò-2

Massimo Francioso è entrato come vigile permanente nel 1985, diventato capo Squadra nel 1997 e infine capo reparto nel 2018. Anch’egli ha dato il suo contributo nel terremoto dell’Abruzzo, nell’alluvione nel Tarantino del 2003, nel terremoto di Amatrice nel 2016, e negli ultimi vent’anni ha prestato servizio nel distaccamento aeroportuale di Brindisi-Papola.

Foto Massimo Francioso-2

Giovanni Chiera è entrato nel Corpo dei Vigili del Fuoco nel 1993 nel comando di Reggio Emilia, successivamente ha prestato servizio nei comandi di Bari, Barletta, Taranto e dal 1999 in quello di Brindisi. Tra gli interventi più rilevanti, l’alluvione in Piemonte del 1994 e quella di Sarno (Sa) nel 1998, il terremoto di L’Aquila del 2009, il terremoto di Perugia del 2016. Dal 2006 ha ricoperto la mansione di responsabile delle sedi di servizio, dal 2008 ha prestato servizio nel distaccamento aeroportuale di Brindisi-Papola e infine da 2017 ha ricoperto il ruolo di Responsabile del laboratorio nucleo Tlc (telecomunicazioni) provinciale del Comando di Brindisi.

foto Giovanni Chiera-2

Nel comando provinciale il saluto è stato accompagnato dal suono delle sirene dei mezzi di soccorso oltre al saluto dei colleghi che con gran fragore li hanno applauditi.

Il capo-reparto Giovanni Fitto ha svolto il servizio militare nelle fila dei Vigili del Fuoco dal 4 marzo 1979 sino al 30 agosto 1980; successivamente è entrato a far parte della grande famiglia del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, come Vigile Permanente, con assunzione avvenuta l’11 marzo 1985, prestando servizio presso il Comando dei Vigili del Fuoco di Brindisi.

 Giovanni Fitto-2

Nel Corpo Nazionale per più di trentacinque anni, il capo reparto Fitto ha ricoperto diversi ruoli:  Capo Squadra conseguito l’1 gennaio 1998, ruolo che lo ha portato a svolgere sino a dicembre 2002 l’attività presso le Scuole Centrali di Formazione a Capannelle (Roma); al termine del periodo trascorso a Roma ha prestato la sua opera al Distaccamento Aeroportuale di Brindisi, per poi passare al Distaccamento di Francavilla Fontana, dove in qualità di Capo Reparto, ha svolto, seppur per un breve periodo, la mansione di Capo distaccamento, dimostrando capacità e passione. Fitto ha partecipato con onore e competenza, a diversi interventi di soccorso; in occasione di calamità è stato inviato in missione presso il Comune de L’Aquila, dimostrando sempre attaccamento nello svolgere il proprio servizio.
 

“Ai quattro componenti della grande famiglia del Corpo dei vigili del fuoco che lasciano il servizio, va un grazie per il loro grande operato e un augurio di buona meritata pensione da parte di tutti i colleghi in servizio e in quiescenza”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • Maltempo nel Brindisino: danni e allagamenti, intervengono i vigili del fuoco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento