menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, niente aule adeguate in Tribunale: "I diritti dei più deboli in quarantena"

Indennità di accompagnamento, non ci sono gli spazi per il giuramento dei medici incaricati di accertare l'invalidità: la denuncia dell'avvocato Giuseppe Giordano

BRINDISI - Il locale dove si dovrebbe svolgere il giuramento dei Ctu (i consulenti tecnici di ufficio), ovvero dei medici incaricati di accertare la sussistenza dello stato di invalidità e del diritto all'indennità di accompagnamento, è troppo "angusto" e così l'udienza fissata per il 17 novembre 2020 slitta al 6 aprile 2021. Creando notevoli disagi per persone che hanno problemi anche a camminare autonomante. La decisione è stata presa dal giudice onorario dell'ufficio lavoro Paolo Pasanisi, del Tribunale di Brindisi, che non può "usufruire di una stanza più adeguata". Servirebbe un locale più ampio, data l'emergenza Covid 19 in corso e i contagi che hanno coinvolto anche frequentatori delle aule di tribunale. E così "i diritti dei più deboli vanno in quarantena", si lamenta l'avvocato brindisino Giuseppe Giordano (foto sotto), della Camera civile di Brindisi, responsabile settore lavoro e previdenza.

pino, giuseppe giordano avvocato-2

Non è possibile garantire il rispetto dei protocolli di sicurezza in una stanza troppo piccola. In un periodo in cui la distanza minima è essenziale per evitare i contagi. Per questo motivo è stato affisso l'avviso riportato qui sotto. Martedì 17 novembre si sarebbero dovuti tenere i giuramenti dei consulenti tecnici d'ufficio. E' una procedura prevista dalla legge. Solo dopo questo adempimento, i medici avrebbero potuto ritirare i fascicoli ed effettuare le visite, anche domiciliari, e verificare l'eventuale stato d'invalidità dei richiedenti, oltre al relativo diritto all'indennità di accompagnamento. In caso di esito positivo, c'è l'omologazione del giudice e l'Inps poi procede a liquidare l'indennità. La giurisprundenze prevederebbe anche il giuramento telematico. Ma a Brindisi questo non è ancora possibile. Quindi il giuramento va fatto in presenza.

differimento udienza tribunale di brindisi-2

"Gran parte di coloro che richiedono l'indennità di accompagnamento non possono svolgere gli atti quotidiani in autonomia - spiega l'avvocato Giuseppe Giordano - Parliamo o di allettati, o di persone che non possono deambulare autonomamente. E' gente che ha bisogno di pagare badanti, infermieri. E' un diritto importante, ma soprattutto urgente. Bene, se il consulente non può giurare, non può verificare neanche la sussistenza dei requisiti. Di conseguenza non può essere erogata l'indennità. La mia è una denuncia, ma anche una forma di solidarietà nei confronti del giudice. E' un problema logistico molto grave, questo. Ci sono diritti di serie A e diritti di serie B, purtroppo. Io con questo intervento voglio dare voce a chi non ha la possibilità di protestare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Pareti "scorticate" a causa dell’umidità: "Ecco come viviamo e nessuno interviene"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento