Attualità

Truffa ai danni del Comune: "non luogo a procedere" per ex sindaco

Imputati Angela Carluccio, il marito Sergio Quaranta e l'ex assessore Vito Carella

BRINDISI - “Non luogo a procedere” nei confronti dell’ex sindaco Angela Carluccio, del marito Sergio Quaranta e dell’ex assessore Vito Carella in ordine al reato di truffa aggravata ai danni del Comune di Brindisi risalente a fatti verificatisi nel 2016. La sentenza è stata emessa dal Gip Maurizio Saso il 26 febbraio scorso. 

Missione a Rimini, truffa al Comune 

La vicenda si riferisce ad una missione istituzionale effettuata a Rimini (in occasione della Fiera Internazionale Ecomondo per l'innovazione tecnologica ed industriale dell'economia circolare) nel 2016. La pubblica accusa, sulla scorta di un esposto presentato in Procura, ha sostenuto che i tre indagati avevano indotto in errore l’Amministrazione Comunale nel chiedere il rimborso delle spese di trasferta, 152, 50 (pagamento della stanza d’albergo anche per il coniuge).
“Non luogo a procedere”, quindi, “per essere la notizia di reato già ritenuta infondata con decreto di archiviazione emesso dal Pm dott. Costantini di Brindisi in data 18 settembre 2019 in relazione ad altro esposto presentato da soggetti diversi ma contenente i medesimi fatti”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa ai danni del Comune: "non luogo a procedere" per ex sindaco

BrindisiReport è in caricamento