Rifiuti organici, cambiano le regole: "Solo sacchi biodegradabili"

Nella mattinata di oggi, mercoledì 20 marzo, alcuni sacchetti neri pieni di umido organico non sono stati ritirati. Nessun disservizio

SAN PIETRO VERNOTICO – “Si avvisa l'utenza del Comune di San Pietro Vernotico che, per disposizioni dell'impianto di conferimento, il rifiuto umido/organico va conferito esclusivamente all'interno di buste biodegradabili e/o compostabili. Si invita pertanto a prestare maggiore attenzione e a non utilizzare i sacchi neri, perché non conformi”.

È questo il motivo per cui nella mattinata di oggi, mercoledì 20 marzo, alcuni sacchetti neri pieni di umido organico non sono stati ritirati. Nessun disservizio (come qualcuno ha pensato), nessuna variazione al calendario di raccolta, semplicemente le disposizioni sono diventate più rigide.   

raccolta umido rifiuti san pietro2-2

L’avviso è stato pubblicato sulla pagina Facebook di Monteco, la ditta di igiene urbana del Comune di San Pietro Vernotico ma, nonostante sia balzato da bacheca in bacheca, non tutti sono venuti a conoscenza di queste nuove disposizioni. Chi ha messo l’umido organico nei sacchetti neri di plastica, quindi non biodegradabili, di conseguenza, si è ritrovato con la spazzatura davanti all’uscio di casa.

“Si ricorda all'utenza che per il conferimento della frazione umida/organica si possono utilizzare anche i sacchi della spesa forniti dai supermercati”, si specifica sempre nell’annuncio postato sul Social Network. 

raccolta umido rifiuti san pietro3-2

Ma perché fino ai giorni scorsi i sacchetti di plastica contenenti umido organico sono stati regolarmente ritirati? Perché da qualche giorno sono cambiate le regole dell’impianto di destinazione, spiegano gli addetti ai lavori. Nei prossimi giorni sui sacchetti non conformi verranno rilasciati gli appositi avvisi nella speranza che nel più breve tempo possibile tutti gli utenti si adeguino. Oltre alla presenza di eventuale sacchetto non conforme verrà controllato anche il relativo contenuto e se anche questo non risulterà idoneo non verrà ritirato.

L’umido organico, su indicazione dell’Ager  (Agenzia territoriale della Regione Puglia per il servizio di gestione dei rifiuti) viene portato a Ginosa Marina (Ta) presso l’impianto Aseco Spa, una società del gruppo Acquedotto Pugliese sul territorio dal 1997. Sulla pagina internet si legge che l’obiettivo dell’azienda è “La tutela e il miglioramento della qualità dell'ambiente”.

raccolta umido rifiuti san pietro-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“I rifiuti vengono trasformati attraverso un processo aerobico di stabilizzazione della sostanza organica in Ammendante Compostato Misto, Pura Terra, un compost che ha ottenuto il marchio di qualità dal Consorzio italiano compostatori. La produzione di Pura Terra, è questo il nome del compost prodotto da Aseco, è la conclusione di un percorso virtuoso di ricerca decennale nel settore del recupero di materiali organici e bio-compostabili”. Niente plastica, quindi, per chi conferisce i rifiuti nell’impianto di Ginosa. E pian piano anche i sampietrani devono adeguarsi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavori agricoli, arriva il sì dalla Regione: "attività indifferibili"

  • "Primo operatore 118 positivo, ora screening urgente per tutti"

  • Muore un imprenditore edile: prima vittima del Covid a Ostuni

  • Una brindisina in Olanda: "Viviamo col terrore del contagio. Il Lockdown è una fortuna"

  • Controlli anti contagio: multati un barbiere e il suo cliente a Brindisi

  • Coronavirus: 22 nuovi contagi e un decesso in provincia di Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento