Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità

Litoranea invasa dalla vegetazione: bagnanti costretti a un pericoloso slalom

Le fronde delle tamerici sconfinano sulla carreggiata, in località Acque Chiare. Nulla è cambiato rispetto allo scorso anno

BRINDISI – Le estati passano, ma alcune problematiche restano irrisolte sulla litoranea a nord di Brindisi. Il riferimento è alle fronde delle tamerici che invadono la carreggiata, lato mare, in località Acque Chiare. Si tratta di un disagio già segnalato nell’agosto 2019 da numerosi cittadini. Ma da allora nulla è cambiato, poiché a quasi un anno di distanza si stanno riproponendo le medesime lamentele. E’ evidente infatti la pericolosità di quelle chiome che scavalcano il guard rail, ostacolando i pedoni diretti verso la spiaggia. 

Le piante crescono rigogliose sulla sommità della falesia, a poche decine di metri dal punto in cui, lo scorso 24 maggio, si è verificato un crollo. Soprattutto nei fine settimana, gli automobilisti devono fare attenzione a scansare i bagnanti carichi di sdraio e ombrelloni che per un breve tratto sono costretti a sconfinare sulla corsia di marcia. Fortunatamente finora nessuno si è mai fatto male. Ma per quale motivo ci si deve affidare alla buona sorte, quando con un paio di cesoie si risolverebbe ogni problema? 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litoranea invasa dalla vegetazione: bagnanti costretti a un pericoloso slalom

BrindisiReport è in caricamento