rotate-mobile
Attualità

Una vela per il cuore: screening gratuiti su barca per prevenire ictus e infarto

Dal 3 all'8 giugno Dulcinea, la barca a vela attrezzata di sonographer ed ecocardiogramma wireless che sta circumnavigando l'Italia, sbarcherà a Brindisi. Prima tappa in Puglia, prima tappa adriatica

BRINDISI - Prosegue con la tappa di Brindisi il viaggio della campagna di screening del cuore promossa da Cardioteam Foundation Onlus, in collaborazione con la Lega Navale Italiana. Dal 3 all'8 giugno Dulcinea, la barca a vela attrezzata di sonographer ed ecocardiogramma wireless che sta circumnavigando l'Italia, sbarcherà a Brindisi. Prima tappa in Puglia, prima tappa adriatica.

Da quando è cominciato il suo viaggio, a settembre 2023 nel porto di Imperia, Dulcinea sta portando lungo le coste del nostro paese la prevenzione dell'ictus e dell'infarto (tutt'oggi una delle principali cause di mortalità e invalidità in Italia), e in 12 mesi toccherà 30 porti italiani effettuando oltre 3000 ecocardiogrammi gratuiti a soggetti da 50 a 75 anni. Salire a bordo è facilissimo.

Per chi ha tra i 50 e i 75 anni e vuole sottoporsi all’ecocardiogramma gratuito è necessario prenotarsi sul sito https://cardioteamfoundation.org/ www.unavelaperilcuore.it. L’agenda delle prenotazioni è disponibile nei giorni precedenti l’approdo in ogni porto.

Tutti possono contribuire donando uno o più miglia nautiche sul sito della Rete del Dono, nella pagina dedicata al progetto https://www.retedeldono.it/it/cardioteam/una-vela-per-il-cuore. Un modo per essere vicini a Cardioteam – Una vela per il cuore e soffiare sulle vele della solidarietà.

Tutte le persone dai 50 ai 75 anni che saranno sottoposte ad ecocardiogramma riceveranno l’esito del test e una brochure sullo stile di vita da adottare per prevenire infarto e ictus. Nella tenda di Cardioteam Foundation Onlus, allestita per circa una settimana in ogni porto di approdo, si farà formazione su alimentazione, attività fisica, controllo della pressione arteriosa, del diabete e del colesterolo nel sangue.

“La prevenzione - afferma il dottor Marco Diena - salva più delle cure! Credo fortemente nell’importanza della prevenzione. Le malattie cardiovascolari hanno il triste primato di essere la prima causa di morte per infarto e di invalidità per ictus, superando tutti i tumori messi assieme. Ma le malattie cardiache non sono una fatalità, possono essere individuate e curate. Nessuna fascia di popolazione è totalmente esente dal rischio, neppure quella giovanile. È importante però che tutti sappiano che ai fattori di rischio non modificabili, riconducibili all’età, al sesso e alla familiarità, si aggiungono quelli cosiddetti modificabili, che dipendono esclusivamente dallo stile di vita. Nel tour Cardioteam - Una Vela per il Cuore portiamo la cultura della prevenzione in mezzo alla gente, distribuiamo a tutti materiale informativo, così che ogni tappa ci consenta di raggiungere migliaia di persone, i loro amici, i loro familiari… Più gente riusciamo ad informare, più gente riusciremo a salvare!”

Il viaggio di cardioteam – una vela per il cuore

Una  barca, Dulcinea, un camper, 12 mesi, 30 tappe, centinaia di volontari, oltre tremila miglia nautiche da percorrere, più di 3000 ecocardiogrammi gratuiti da effettuare. Sono questi i numeri di Cardioteam - Una vela per il cuore, un progetto unico in Europa che nasce dall’idea del cardiochirurgo Marco Diena, presidente di Cardioteam Foundation Onlus, e che prosegue il grande viaggio di screening svolto dal Cardiovan di Cardioteam. Dal 2014 ad oggi Cardioteam Foundation Onlus, grazie all’aiuto di cardiochirurghi e cardiologi e professionisti non medici che fanno parte della fondazione, ha raggiunto 48 città italiane e sono stati effettuati più di 16.000 ecocardiogrammi gratuiti.

A percorrere le oltre tremila miglia nautiche sarà Dulcinea, una barca a vela storica di 14 metri in legno costruita nel 1991 dal cantiere Carlini su progetto di Carlo Sciarelli e iscritta al registro del naviglio della Lega Navale Italiana, che ha vinto diverse regate in Italia e all’estero nella classe “Spirit of Tradition”. Il viaggio di Dulcinea sarà supportato a livello operativo e logistico delle strutture e dei soci della Lega Navale Italiana, da 126 anni impegnata in attività socio-solidali. Il viaggio è dedicato a due grandi uomini e marinai: l’avvocato Gianfranco Putaturo e l’ingegnere Sandro Buzzi.

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vela per il cuore: screening gratuiti su barca per prevenire ictus e infarto

BrindisiReport è in caricamento