Blocco del petrolchimico: Versalis chiede il ritiro dell'ordinanza sindacale

La società ribadisce "la piena regolarità della propria attività industriale ed esclude la riconducibilità al proprio sito delle emissioni odorigene"

BRINDISI – Eni-Versalis ha inviato una istanza di revoca in autotutela dell’ordinanza tramite la quale il sindaco di Brindisi, mercoledì scorso (20 maggio), ha disposto la sospensione delle attività dell’impianto di cracking del petrolchimico. Attraverso un comunicato diramato nella serata di oggi (domenica 25 maggio) la società “in attesa degli esiti delle verifiche in corso, ribadisce, anche a fronte di quanto apparso sui media in questi giorni, la piena regolarità della propria attività industriale ed esclude la riconducibilità al proprio sito delle emissioni odorigene oggetto dell’ordinanza”. L'istanza di revoca dell'ordinanza è stata inviata già nella giornata di venerdì 22 maggio al sindaco e, per conoscenza, a tutti gli enti territoriali e nazionali. 

La nota della multinazionale, già intervenuta giovedì con una dura presa di posizione, era stata preceduta di qualche ora da un intervento di Riccardo Rossi, che sul suo profilo Facebook è tornato a difendere la decisione assunta mercoledì, a seguito di un forte odore acre percepito in tutta la città. “Non c'è bisogno di aspettare i dati dell'Arpa - ha scritto il primo cittadino - per sapere ciò che tutti sappiamo, ciò che indagini epidemiologiche hanno già detto. È il tempo nuovo che arriva”.

In aperta contrapposizione con il sindaco si sono posti anche i sindacati, che domani pomeriggio parteciperanno a un incontro in videoconferenza con il prefetto di Brindisi, Umberto Guidato. I segretari territoriali delle sigle Filctem-Cgil, Femca-Cisl. Uiltec-Uil, Ugl e Cisal hanno contestato duramente l’ordinanza sindacale, riservandosi di intraprendere azioni legali nei confronti del sindaco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia passa in zona gialla: cosa cambia fino al 21 dicembre

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Auto si ribalta e finisce nelle campagne: spavento per una ragazza

  • Covid, Puglia: la curva rallenta. Nel Brindisino cinque decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento