Versalis: "Nessuna correlazione fra emissioni odorigene e nostre attività"

La società torna a difendere il proprio operato dopo la divulgazione del report Arpa: "Sia consentita l'immediata ripresa dell'attività industriale"

BRINDISI – Eni Versalis conferma la propria estraneità alle emissioni odorigene che si sono registrate la scorsa settimana a Brindisi. Prosegue la diatriba fra la multinazionale e il sindaco Riccardo Rossi, che ieri ha divulgato il report preliminare dell’Arpa, dal quale emergono picchi rilevanti di toluene e benzene fra il 16 e il 20 maggio, periodo, come rimarcato dallo stesso primo cittadino, in cui l’impianto di cracking è stato sottoposto a lavori di manutenzione. 

Le reazioni dal mondo delle associazioni

“Versalis (Eni), a fronte delle recenti ulteriori dichiarazioni considerate infondate – si legge in una nota dell’azienda - conferma l’estraneità del proprio operato agli eventi contestati dall’ordinanza del sindaco. Da una prima analisi del report preliminare Arpa, non emergono superamenti dei limiti di legge e non risulta una correlazione tra i fenomeni odorigeni e le attività di Versalis”.

“Ribadendo che la salute pubblica costituisce da sempre un valore fondamentale per l’azienda – si legge ancora nel comunicato della società - Versalis auspica che sia consentita l’immediata ripresa dell’attività industriale e, nel solco dei rapporti di collaborazione costruttiva che negli anni si sono creati con le autorità competenti, ritiene coerente e necessario il contestuale avvio di un confronto tecnico con gli enti preposti al fine di rappresentare la correttezza delle proprie attività. Nell’ipotesi del protrarsi, immotivato, del fermo degli impianti, la società metterà in atto tutte le azioni necessarie a tutela dello stabilimento industriale e delle persone che vi lavorano”.

Un incontro fra il sindaco e i vertici di Eni Versalis si svolgerà giovedì prossimo (28 maggio) presso la presidenza della Regione Puglia. Il deputato Mauro D'Attis (Forza Italia) annuncia di aver informato personalmente questa mattina il ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, di quanto sta accadendo a Brindisi e di aver chiesto, insieme al collega Paolo Barelli, l’informativa su Eni-Versalis Brindisi in Commissione Attività Produttive.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Articolo agggiornato alle ore 13.10 (convocato incontro fra Rossi e vertici Eni Versalis)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

  • Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento