Il randagismo nel Brindisino al centro di un vertice in Prefettura

Riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica con sindaci e servizio veterinario della Asl

BRINDISI – Si è discusso del peroblema del randagismo in provincia di Brindisi e della situazione dei canili, dove come è noto è ormai da tempo bloccato il ricovero di altri ospiti, nel corso della seduta di oggi 3 giugno del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto Umberto Guidato, con la partecipazione dei vertici delle forze dell’ordine, dei sindaci dei comuni della provincia, nonché del dirigente responsabile dei servizi veterinari della Asl. Il prefetto ha inoltre diramato una apposita circolare ai sindaci ed ai commissari straordinari dei Comuni di Mesagne ed Ostuni.

“Oltre alla ricognizione dei canili  attivi presenti nella provincia – fa sapere una nota della Prefettura - è stata approfondita la recente direttiva emanata dal Ministero dell’Interno, che ha previsto un fondo per la prevenzione e il contrasto del maltrattamento degli animali con la possibilità di finanziare progettualità presentate dai Comuni per l’assunzione di personale  di polizia locale a tempo determinato, di acquisto di apparecchiature da utilizzare per implementare le attività di controllo sul territorio in questo specifico ambito”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola alla testa: brindisino ucciso sotto casa a 19 anni

  • Camion si ribalta e sfonda spartitraffico: superstrada riaperta al traffico

  • Professore in pensione trovato morto in casa, il corpo era in decomposizione

  • "Samara Challenge": a San Pietro si chiede l'intervento delle forze dell'ordine

  • Ucciso a 19 anni: si indaga sul movente. Il papà: "Perché tanta cattiveria"

  • Vivere e morire nel ghetto. L'altra faccia dell'emergenza giovanile

Torna su
BrindisiReport è in caricamento