rotate-mobile
Attualità

"Via Appia iscritta all'Unesco, condivido l'iniziativa del ministro Franceschini"

La posizione di Mauro D'Attis, che spiega: "Per Brindisi e per tutta la Puglia sarebbe un'occasione di assoluto primo piano e invito tutti i rappresentanti del territorio a fare fronte comune e tifare per il riconoscimento del sito"

BRINDISI - Il commissario regionale di Forza Italia e deputato brindisino Mauro D'Attis condivide e sostiene "l'iniziativa del ministro Franceschini per iscrivere all'Unesco la via Appia da Roma a Brindisi: "120 mila chilometri di itinerari dal valore storico, culturale, paesaggistico ed archeologico di straordinario pregio".

Mauro Dattis-4

In una nota, il deputato brindisino (nella foto sopra) afferma: "L'antico asse viario comprende patrimoni incommensurabili che meritano di essere valorizzati e promossi con l'iscrizione a 'sito seriale' Unesco. Si tratta di un percorso che, se condotto con successo, può rappresentare un attrattore fortissimo anche dal punto di vista turistico, oltre che concorrere ad impreziosire il bagaglio culturale del Paese. Per Brindisi e per tutta la Puglia sarebbe un'occasione di assoluto primo piano e invito tutti i rappresentanti del territorio a fare fronte comune e tifare per il riconoscimento del sito 'Via Appia, Regina Viarum'".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Via Appia iscritta all'Unesco, condivido l'iniziativa del ministro Franceschini"

BrindisiReport è in caricamento