Giovedì, 21 Ottobre 2021
Attualità

Via Francigena, i pellegrini di tutta Europa nel Brindisino

Domani (domenica 10 ottobre) e lunedì i viandanti faranno tappa a Fasano, lungo la tratta costiera del territorio. Poi sarà la volta prima di Ostuni e del capoluogo

BRINDISI - La via Francigena farà tappa anche in alcuni comuni del territorio brindisino. Toccherà a Fasano (zona costiera), Ostuni e Brindisi, a partire da domani, domenica 10 ottobre 2021

La tappa a Fasano

Da Savelletri a Torre Canne tra le bellezze paesaggistiche, culturali, gastronomiche del territorio. Un assaggio del meglio di Fasano nel cammino che da Roma arriverà a Santa Maria Di Leuca. E' la "Via Francigena. Road to Rome 2021", il grande evento che l'associazione europea delle Vie Francigene (Aevf) ha organizzato in occasione del 20esimo anniversario della sua fondazione: un grande momento di festa, una lunga marcia a staffetta, da percorrere a piedi e in bicicletta, lungo i 3.200 km della via Francigena.

Domani (domenica 10 ottobre) e lunedì i viandanti faranno tappa a Fasano, lungo la tratta costiera del territorio. Domani i pellegrini partiranno da Monopoli e intorno alle 11.30 arriveranno all’ingresso del territorio comunale dalla strada comunale Egnazia e saranno accolti e accompagnati lungo la tratta dal gruppo podistico Polisport Fasano. L’accoglienza del pellegrino proseguirà per tutta la giornata e si concluderà a Pozzo Faceto in piazza del Santuario intorno alle 19. In concomitanza, alle 13.30 circa, è prevista l’accoglienza della delegazione Aevf al Faro di Torre Canne dove il sindaco Francesco Zaccaria  darà il benvenuto agli ospiti. 

Nel pomeriggio, alle 17.30, la delegazione verrà accompagnata a masseria Fragnale per un incontro con la local community di "Take it slow", progetto strategico finanziato dal Programma di cooperazione transfrontaliera (Cbc) Interreg V-A Italy-Croatia, finalizzato alla gestione e promozione della regione Adriatica come destinazione turistica transfrontaliera verde, intelligente, sostenibile, accessibile e lenta. Alle 19 la delegazione Aevf si unirà al gruppo dei pellegrini per una visita guidata al santuario di Pozzo Faceto. Sempre nella giornata di domenica il museo nazionale e parco archeologico di Egnazia, il museo della marineria e dei fari al faro Di Torre Canne e il santuario della Madonna del Pozzo a Pozzo Faceto garantiranno l’apertura. Inoltre tutti i pellegrini che vorranno apporre il timbro sul documento di viaggio potranno presentare il pieghevole al: Museo Nazionale Di Egnazia – S.C. Egnazia; Parrocchia San Francesco - Savelletri; Faro - Torre Canne; Santuario Della Madonna Del Pozzo - Pozzo Faceto. La ripartenza dei viandanti è prevista nella giornata di lunedì 11 ottobre alle 8.30 dal Faro di Torre Canne: da qui i pellegrini proseguiranno il cammino verso Ostuni. 

"In questi mesi ci siamo preparati al meglio per accogliere il passaggio dei viandanti – dice il sindacco Zaccaria – in uno straordinario lavoro di squadra che ha unito istituzioni, associazioni e operatori del settore turistico e commerciale della nostra città. L’arrivo dei pellegrini è una grande opportunità di visibilità per il nostro patrimonio culturale, storico, turistico all’insegna di quello che è sempre stata e sempre sarà la visione della nostra amministrazione: la promozione di un turismo esperienziale che faccia vivere ai visitatori Fasano in tutta la sua bellezza. Ringrazio gli uffici comunali che hanno lavorato per l’organizzazione e tutte le associazioni per l’impegno e la collaborazione: Age, Rotary club Fasano, circolo culturale e sportivo Peppino Di Carlo, Polisport Fasano, C.r.e.s.t.a/light on the sea asd, U Panaridd, Calliope e Pro Loco". 

La tappa a Brindisi

Il 12 ottobre, poi, il cammino farà tappa a Brindisi. La città, crocevia di rotte, percorsi e cammini, cui territorio incrocia numerosi itinerari culturali, sarà uno dei comuni di riferimento nella camminata evento organizzata dall'Associazione Europea delle vie Francigene. Il gruppo di pellegrini e viandanti, che si propone di promuovere il dialogo interculturale e interreligioso tra la  comunità che incrocia lungo l'antico percorso, è partito da Canterbury il 15 giugno, ed al 107esimo giorno di cammino  giungerà a Brindisi, da sempre sinonimo d’accoglienza ed ospitalità, il 12 ottobre per poi arrivare a Santa  Maria di Leuca, il 18 ottobre. La marcia ha attraversato cinque Stati (Inghilterra, Francia, Svizzera, Italia e Vaticano), 16 regioni e 630 comuni per arrivare ad un totale di 3.200 chilometri allo scopo di rilanciare il turismo sostenibile, culturale e responsabile della via Francigena e dei cammini d'Europa. Obiettivo ultimo dell'iniziativa quello di supportare, la candidatura dell'intero percorso, già itinerario del Consiglio d’Europa, a Patrimonio Mondiale dell'Umanità dell'Unesco. 

Questo gruppo di camminatori che vede l’adesione di: videomaker, blogger, amministratori e pellegrini, ha dunque  deciso di percorrere l'antico itinerario europeo per tutta la sua lunghezza: Da Canterbury sino a Santa Maria di Leuca  e nella giornata del 12 ottobre giungerà dunque a Brindisi venendo accolta dalla realtà associativa "Brindisi e le Antiche Strade", quale comitato territoriale per la Francigena, Amico dell'Aevf e punto informativo ed  accoglienza per i vari Cammini ed itinerari Culturali. L'associazione, in questo "Anno Francigeno" ha organizzato una serie di eventi, anche in collaborazione con varie  realtà del territorio, per sensibilizzare la cittadinanza sul tema della Via Francigena: Dagli incontri nelle scuole, come  in occasione dei Pcto presso il liceo artistico-musicale "Simone-Durano" di Brindisi, cui fa parte anche il momento artistico della creazione del murales "Brindisi Crocevia di Rotte percorsi e cammini", pubbliche assemblee, convegni come quello in occasione del Marina Militare Nastro rosa Tour "La Via Francigena – Cammini e percorsi  pugliesi" o "Verso la Francigena Road to Rome: L'Ospitale di San Martino", vari momenti di accoglienza dei  pellegrini presso il comitato di tappa nell’Ex Convento delle Scuole Pie e manutenzione del percorso con il  rifacimento della segnaletica e l’inserimento di frecce direzionali presso i tratti d’entrata ed uscita per Brindisi. 

Il 12 e 13 ottobre, saranno dunque giorni importanti per il territorio e per la realtà associativa che sta predisponendo il programma d'accoglienza per l'arrivo del gruppo partito da Canterbury e che vede il patrocinio del Comune di Brindisi e di Apulia Film Commission, proprio per riconoscere l'importanza dell'evento e dell'impegno dimostrato sulla Via Francigena. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Francigena, i pellegrini di tutta Europa nel Brindisino

BrindisiReport è in caricamento