menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via libera alla proroga dei contratti, salvezza possibile per 141 Oss

Nota del consigliere regionale del Pd, Maurizio Bruno, che invita la Regione ad adoperarsi per la firma dell'accordo

BRINDISI - Dal consiglio dei ministri il via libera alla proroga dei contratti per 141 Oss di Brindisi che rischiano di perdere il posto il 31 gennaio. Lo rende noto il consigliere regionale del Pd, Maurizio Bruno: "La buona notizia che attendavamo è arrivata con lo scoccare del nuovo anno.E adesso non c’è più un solo minuto da perdere".  Da venerdì, infatti, è in vigore il “Decreto Milleproroghe” approvato dal consiglio dei ministri che contiene, tra le sue misure, la possibilità di prorogare i contratti degli operatori socio sanitari, inclusi i 141 Oss di Brindisi che dal 31 gennaio rischiavano e rischiano di rimanere a casa. "Si tratta delle donne e gli uomini che da mesi ci permettono col loro lavoro e sacrificio, assieme a medici e infermieri, di non crollare sotto il peso della pandemia - afferma Bruno - lo fanno ogni giorno, sacrificando se stessi, mettendosi in pericolo, in prima linea, ammalandosi a loro volta. E sarebbe stato inaccettabile lasciarli a casa non perché incapaci o inutili ma perché così vuole la burocrazia".

"Non avrebbe e non ha alcun senso - continua il consigliere regionale - questi 141 professionisti hanno accumulato capacità ed esperienze di cui ancora abbiamo bisogno e privarci in corsa di loro e della loro esperienza per metterci in mano a nuovi lavoratori magari nel pieno della terza ondata, sarebbe un danno spaventoso anche per le nostre strutture, le utenze e i pazienti. Ora che la soluzione legislativa a questo nodo è giunta direttamente da Roma, sono certo che la Regione Puglia si adopererà il prima possibile,  come anticipato dal direttore del
dipartimento regionale della salute Vito Montanaro, per siglare l’accordo con i sindacati e prorogare i contratti degli Oss precari affinché raggiungano i 36 mesi di lavoro entro la fine del 2021. Sarebbe il modo migliore, più giusto ed equo di iniziare questo nuovo anno di riscatto e rinascita per tutti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

San Donaci, compie 100 anni: auguri a nonna Giovanna

Attualità

"Me contro te" di Gianluca Leuzzi candidato al David di Donatello

social

Sant'Antonio Abate, il Santo del fuoco tra storia e tradizione

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: nuovo aumento dei contagi e dei decessi

  • Attualità

    Di Rocco: "Così abbiamo riorganizzato la biblioteca in piena pandemia"

  • Economia

    Porto: "Un commissario straordinario per sbloccare le infrastrutture"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento