Sabato, 12 Giugno 2021
Attualità

Sinergia tra scuola e comunità, 13 nuove postazioni pc per far ripartire il laboratorio d'informatica

Sono stati donato dalla cooperativa sociale "L'Ala" alla scuola primaria "Don Milani" grazie al progetto "La bussola" rivolto a minori fragili

VILLA CASTELLI - E' stato riaperto, ufficialmente, il laboratorio d’informatica della scuola primaria “Don Milani” di Villa Castelli, da tanti anni fuori uso. Il laboratorio è stato sgomberato dai depositi e dalla vecchia strumentazione, la scuola ha provveduto ai lavori di ripristino della rete e la cooperativa "L’Ala" ha messo a disposizione della scuola 13 postazioni pc. Un lavoro di sinergia tra comunità e scuola che vedrà beneficiari gli alunni del plesso che potranno, finalmente, usufruire di computer di ultima generazione per realizzare con i propri docenti attività laboratoriali. Tutto ciò è stato reso possibile grazie all’adesione al progetto “La bussola”, rivolto ai minori “più fragili” individuati dalla cooperativa che prevede più tipi di iniziative e attività, al fine di aiutare i piccoli ad orientare il proprio personale percorso di vita e il proprio futuro.

“Garantire dispositivi digitali a tutti i piccoli studenti - afferma Leonardo Sarcinella, responsabile della cooperativa "L'Ala" - consentirà a ciascuno, soprattutto a coloro i quali vivono ai margini della società, di poter contare su un'alfabetizzazione informatica, che risulta fondamentale soprattutto in un periodo storico come questo in cui il supporto digitale è diventato una risorsa imprescindibile. La cooperativa sociale L'Ala, infatti, da anni persegue la realizzazione di interventi di cura e sostegno nei confronti dei minori svantaggiati, attraverso la collaborazione attiva e propositiva con il suo contesto di vita. "In questa ottica - aggiunge Sarcinella - allestire un laboratorio multimediale non garantisce solo pari dignità a ciascun minore, attraverso l'utilizzo di dispositivi digitali, ma significa potenziare la rete di collaborazione con la comunità educante, in particolare con la scuola, che rappresenta l'agenzia di formazione principale del nostro territorio". 

“Le varie iniziative di partenariato - afferma Maria Grazia Rongo, dirigente dell'istituto compresivo "Dante Alighieri" - permettono alle scuole di raggiungere obiettivi grandi che con le sole proprie forze non potrebbero essere raggiunti. Tante solo le sollecitazioni ministeriali all’apertura verso il territorio e il nostro istituto coglie positivamente queste opportunità. In particolare, collaborare con Leonardo Sarcinella e Simone Iannuso è un vero piacere. La cooperativa che hanno creato sul territorio dà lustro alla comunità di Villa Castelli e meritano un vivo ringraziamento per essere sempre presenti, non solo con attività progettuali, con donazioni ma anche disponibili ad affiancare situazioni particolari di singoli studenti, per i quali è necessario supporto di vario genere.” 

L’istituto comprensivo "Dante Alighieri", come beneficiario dei patti di comunità e mediante l’utilizzo di fondi stanziati dal ministero nell’anno scolastico in corso per implementare lo sviluppo tecnologico, ha intrapreso un percorso di tecnologizzazione e modernizzazione degli ambienti. Ad oggi, tutti i sei plessi, a partire dalla scuola dell’infanzia, sono forniti di smart tv, nuovi pc e nel plesso di scuola secondaria di primo grado ogni classe possiede una lavagna interattiva di ultima generazione. "Ciò consente ai docenti, previa formazione e aggiornamento costante, di progettare in grande e costruire nel tempo strategie innovative d’insegnamento sempre più confacenti ai giovani alunni", conclude la dirigente. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sinergia tra scuola e comunità, 13 nuove postazioni pc per far ripartire il laboratorio d'informatica

BrindisiReport è in caricamento