"Otri del Salento": Oltre e Superbo conquistano altre due medaglie

Doppio riconoscimento per l'azienda vinicola di San Pancrazio Salentino, in occasione del “Berliner Wein Trophy”

SAN PANCRAZIO SALENTINO – Doppia medaglia d’oro per le Otri del Salento. Con le bottiglie Oltre (Salice Salentino Dop rosso riserva) e Superbo (Primitivo Igp Salento Rosso) l’azienda vinicola di San Pancrazio Salentino ha portato a casa due “Berliner Gold”, ambito riconoscimento conferito nell’ambito di uno dei massimi concorsi enologici a livello internazionale: il “Berliner Wein Trophy”, competizione nella quale si sono misurate circa 2mila aziende. 

La degustazione estiva della kermesse si è conclusa pochi giorni fa.  Centonovanta esperti giurati hanno degustato complessivamente 6.286 vini provenienti da 34 paesi i versi. Per quattro giorni i giudici hanno degustato i calici, sotto il controllo dell’Oiv (Organizzazione internazionale della vigna e del vino) e dell’Uioe (Unione italiana vini). 

“Siamo emozionati e soddisfatti – dichiara Ivan Conte, uno dei soci de L’Otri del Salento, insieme a Tonino Manieri e Giuseppe Sanasi – per questo ennesimo, importante, riconoscimento ottenuto dalla nostra azienda”. L’enologo di riferimento de l’Otri del Salento, Vito Oddo, ha dato vita a due vini barricati che vengono lasciati in una botte di rovere francese e ciliegio per almeno due anni. Hanno una tostatura molto particolare, che regala profumi intensi, fruttati, conferendo ai vini grande qualità. 

Lo scorso giugno l’azienda di San Pancrazio Salentino era stata premiata con il “Premio eccellenze 2019”, un riconoscimento riservati ad aziende italiane che eccellono nei rispettivi settori. 

Appena un paio di mesi prima è arrivato il trionfo al Mundus Vini Spring Tasting 2019, l’edizione primaverile di una prestigiosa competizione mondiale, sempre con “Oltre”, al quale venne conferito il titolo di “Best of show”. Nel settembre 2018, con il primitivo “Armonia”, l’azienda ha conquistato l’Asia Gold, in occasione della competizione “Asia Wine Trophy”, organizzata dal Dwm (Deutsche Wein Marketing).
L’ascesa di questa impresa profondamente legata al territorio è iniziata un paio di anni fa con l’invenzione della bottiglia impilabile: una mini bottiglia di vetro con capacità di 25 centilitri, per un peso (solo vetro) pari a 400 grammi. Ne bastano tre per arrivare alla classica bottiglia da 74 centilitri, ma la formula non conosce limite. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla Brindisi-Bari, muore un motociclista brindisino

  • Scontro alla zona industriale, giovane motociclista perde la vita

  • Un contributo a fondo perduto fino a 40mila euro per gli artigiani

  • Virus: schizzano i contagi, chiuse altre scuole nel Brindisino

  • Altri 16 alunni positivi nel Brindisino: chiusa una scuola media

  • La rinascita dopo il tumore al seno: “Ora abito da sposa cercasi”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento