Attualità

Violenza sulle donne: nel parco una panchina rossa dipinta da mamme, papà e bambini

L’iniziativa è stata lanciata dall’associazione locale ludico ricreativa “Insieme si può” per commemorare la giornata mondiale per l’eliminazione della violenza sulle donne

CELLINO SAN MARCO - Anche Cellino San Marco da ieri, domenica 22 novembre, ha la panchina rossa simbolo contro la violenza sulle donne. Si trova nel parco adiacente al Municipio ed è stata dipinta da un gruppo di persone composto da donne, uomini e bambini. L’iniziativa è stata lanciata dall’associazione locale ludico ricreativa “Insieme si può” per commemorare la giornata mondiale per l’eliminazione della violenza sulle donne che ricorre mercoledì 25 novembre. 

panchina rossa cellino5-2

“Noi, Simona, Iolanda e i nostri bambini abbiamo fortemente voluto dipingere la panchina rossa, collocata al parco, dove si riuniscono i ragazzi e visibile a tutti, per rappresentare così il ‘posto occupato’ dalle  donne vittime di violenza”. Si legge sulla pagina Facebook dell’associazione dove è raccontata l’iniziativa. 

“Su questa panchina rossa siederà chi guarderà con gli occhi dell'amore, chi anziché possedere abbraccerà, chi non giudicherà ma accoglierà e chi soprattutto non darà spazio alla violenza (web)”

panchina rossa cellino-2

“Ringraziamo fortemente i nostri bambini: Lorenzo, Martina I, Martina C, Giuseppe, Ludovico che con le loro manine delicate hanno reso ancora più speciale e significativa la panchina rossa, l' avvocatessa Ilaria Baldassarre con il suo esserci sempre, Alessandro Coletta con il suo sostegno, Gabriel Camassa e Desirée Moro per esserci sempre affianco. Grazie al nostro sindaco Salvatore De Luca, tutti gli assessori ma in particolare agli assessori Marialuce Rollo, Valentina Cascione”. 

panchina rossa cellino1-2

“Grazie all' assessore Francesco Briganti per averci deliziato con la sua presenza durante i lavori. Un grande grazie va ai ragazzi del gruppo comunale della Protezione civile: il dott. Franco Menga, il coordinatore Biagio De Nitti, Vito Gardo, Benedetta Leo, Federica Goffredo, Francesco Bianca che con la loro presenza dall'inizio alla fine, il loro supporto e incoraggiamento, il loro "darsi da fare " per risolvere i vari disguidi sono stati per noi indispensabiliI. Infine un grazie va ai commercianti che ci hanno sostenuto: Brum Brum baby di Clara Cocciolo, Klimt idropitture murali d'avanguardia di Nicola Giannini, Piastrellista Luca Iurlaro e Flowershop di Antonietta Scozia”.

“Ci auguriamo che la panchina rossa possa diventare un segno permanente di memoria e di speranza”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sulle donne: nel parco una panchina rossa dipinta da mamme, papà e bambini

BrindisiReport è in caricamento