Martedì, 18 Maggio 2021
Attualità

"Voci mediterranee", la rassegna della Comunità ellenica del Grande Salento

Si terrà domani, mercoledì 30 settembre, la settima edizione, presso la chiesa di San Benedetto. Si parlerà di figure storiche importanti

BRINDISI - Domani, mercoledì 30 settembre, alle 18:45, presso il chiostro della chiesa di San Benedetto in Brindisi, si terrà la VII rassegna di cultura europea “Voci Mediterranee” a cura del sodalizio italo- ellenico del Grande Salento. Dopo aver riconosciuto nell’edizione 2018 “Valorosi del Mediterraneo” Melina Mercuri, Lorenzo Caiolo, Ikkos di Taranto, Giuseppe Palmieri e San Teodoro Tirone e nell’edizione dell’anno scorso Pitagora di Samos, Francesco D'Andria, Josè Borges, Re Leonida, Saffo, Ulisse e Nikòlaos Tzelemendès, quest’anno si propongono come valorosi del Mediterraneo: Ippocrate di Cos, Socrate, Esopo e Atenagora di Costantinopoli.

locandina Voci 2020-2

In questa VII edizione della Rassegna di Cultura Europea "Voci Mediterranee" si propone quindi la terza e ultima parte dei valorosi del Mediterraneo. Si è pensato - fa sapere la Comunità ellenica del Grande Salento in un comunicato - a figure importanti per quello che riguarda “professioni”, “arti” e “vocazioni” che mentre prima erano rispettati e considerati quasi sacri, oggi la società ha messo in seria discussione, spesso non rispettando o addirittura mettendo in dubbio la loro importanza sociale, culturale e pedagogica. Si parla della figura del medico (quindi Ippocrate di Cos), della figura del insegnante (quindi Socrate) e la figura del sacerdote (quindi Atenagora di Costantinopoli). "Si è poi voluto sottolineare - prosegue il comunicato - l'importanza delle favole, quelle vere, non solo rivolte ai bambini, che oggi mancano nella loro versione classica, poetica didascalica e quindi ecco perché Esopo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Voci mediterranee", la rassegna della Comunità ellenica del Grande Salento

BrindisiReport è in caricamento