Aziende

Pozzo Arif inaugurato e mai attivato: "I residenti attendono da troppo tempo"

Audizione in commissione chiesta dalla consigliera regionale Antonella Laricchia: "Ascolterò i sindaci di Fasano e Locorotondo"

Si è svolta questa mattina in Commissione IV l’audizione richiesta dalla consigliera regionale del M5S Antonella Laricchia per avere chiarimenti sulla mancata messa in funzione del pozzo Arif “Lamie Di Olimpia” in agro di Fasano. “Si tratta - spiega Laricchia - di un pozzo inaugurato nel 2019, alla presenza anche dell'attuale assessore all’Agricoltura Donato Pentassuglia, ma a tutt'oggi manca la rete di distribuzione e una cabina elettrica per il funzionamento. Il pozzo è atteso da tempo da residenti e aziende agricole anche di Locorotondo, purtroppo senza acqua. Da anni ne sollecitiamo la messa in funzione e solo oggi abbiamo appreso, dall’Arif, che sussiste anche un problema burocratico su un vincolo paesaggistico che insiste sulla zona. L’iter per il nullaosta è già stato richiesto al Demanio”. 

Da convenzione stipulata tra i Comuni interessati e l’Arif nel 2013, spetterebbe alle amministrazioni di Locorotondo e Fasano la realizzazione della rete per la distribuzione dell’acqua. E, in particolare, l’installazione della cabina elettrica, indispensabile per il funzionamento, spetterebbe al comune di Fasano, in quanto il pozzo ricade in agro di Fasano. “Purtroppo - continua Laricchia - non abbiamo potuto ascoltare il sindaco di Fasano, pertanto chiederò nuovamente audizione dei sindaci dei comuni interessati e del Demanio regionale. L’assessore Pentassuglia si è reso disponibile ad aggiornarci e, come ho già detto, tornerò sull’argomento finché non avremo tempi certi per la messa in funzione del pozzo. I residenti attendono da troppo tempo di avere approvvigionamento dell'acqua, e questo, al contrario di quanto detto oggi in commissione, non è classificabile come chiacchiericcio”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pozzo Arif inaugurato e mai attivato: "I residenti attendono da troppo tempo"

BrindisiReport è in caricamento