Cioccolato fondente, perché mangiarlo

Nel 70% di cacao e solo il 30% di zucchero, troviamo un alleato del buon umore, un aiuto per la memoria e benefici per il sistema cardiovascolare. Scopriamolo

Che faccia bene all’umore e protegga il cuore è noto. Ma ci sono altri validi motivi per mangiare uno-due quadretti di cioccolato al giorno. La raccomandazione è che deve essere per il 70% di cacao.

Fa bene alla memoria

Il cioccolato fondente, secondo ricerche scientifiche, è in grado di nutrire i neuroni di maggiore plasticità, ossia li rende più pronti ad apprendere e ricordare concetti, a elaborare informazioni con esiti lavorativi e di studio sensibilmente più performanti.

È una fonte di ferro

Se soffri di anemia o hai un'alimentazione sbilanciata, il cioccolato fondente potrebbe essere un gustoso rimedio per potenziare i livelli di ferro e darti un po’ più di tono e vigore. Per farsi un'idea, si pensi che una tavoletta da 100 g potrebbe addirittura soddisfare il 44% del fabbisogno giornaliero del minerale (ovvio che mangiare così tanto cioccolato non è corretto).

Calma la tosse

Un pezzetto di cioccolato fondente ti aiuta a sedare la tosse. Secondo i dati di uno studio inglese la presenza di teobromina, contenuta nei semi di cacao, avrebbe una azione calmante nelle sintomatologie non gravi delle vie respiratorie superiori, in particolare sulla tosse, con possibili effetti benefici anche sui sintomi dell'asma.

Regola pressione e colesterolo

Durante i nove mesi di gravidanza il cioccolato fondente, oltre a regalare buonumore a mamma e bambino, può essere di aiuto nel controllo della pressione arteriosa, favorendo la produzione del colesterolo buono,  cioè l’Hdl.

Effetto antistress e antidepressivo

Il rilascio di endorfine, cioè di sostanze chimiche prodotte dal cervello, permettono di sentirsi più sazi e di buonumore.

Questo è il beneficio che più salta all’occhio quando si mangia del cioccolato, il suo potere di alleviarci dalle tristezze e dallo stress. Quindi non è solo una nostra impressione, il cioccolato aumenta la produzione di serotonina, una vitamina che aiuta l’umore e regola i disturbi del sonno e della concentrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Maltempo nel Brindisino: danni e allagamenti, intervengono i vigili del fuoco

  • Scu, estorsioni nelle campagne: “Un euro per ogni quintale di grano prodotto”

  • Prima svolta, indagato il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Uomo trovato morto in casa dell'anziano che assisteva: disposta autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento