L’albicocca, antico frutto della fertilità

Portato nel bacino del Mediterraneo dagli Arabi, questo alimento è ricco di minerali, poteri antiossidanti e aiuta a sconfiggere i radicali liberi. Scopriamo tutte le sue proprietà

Proprietà e benefici delle albicocche

Quando pensate alle albicocche (frutto di Prunus armeniaca), immaginatele come una potente miscela compatta di sostanze benefiche. I principi nutritivi che nobilitano queste sferette dolci e vellutate sono soprattutto betacarotene e licopene. Queste sostanze ostacolano il processo mediante cui si formano le lipoproteine a bassa densità o colesterolo Ldl (il cosiddetto colesterolo “cattivo”).Tre albicocche contengono 3 grammi di fibra, pari al 12% del fabbisogno giornaliero, in cambio di un apporto calorico minimo: 51 calorie in totale. Le albicocche sono inoltre alimenti ad alto contenuto di fibre, utili per dimagrire e tenere sotto controllo l’iperglicemia.  Hanno inoltre un forte potere antiossidante, dovuto alla vitamina A, che contribuisce ad arginare gli effetti dei radicali liberi.

Inoltre, dai noccioli delle albicocche si ricava un olio molto usato per la cosmesi naturale.

Curiosità

Un tempo le donne cinesi mangiavano albicocche per favorire la fertilità. L’intuito femminile ha preceduto ciò che la scienza avrebbe successivamente confermato: le albicocche sono ricche di minerali indispensabili per la produzione degli ormoni sessuali.

Alessandro Magno scoprì le albicocche in Armenia, ma furono gli Arabi a portarla nel bacino del Mediterraneo, sino a noi.

Quando si lasciano diventare troppo molli, le albicocche perdono le sostanze che hanno la massima capacità nutritiva nel momento in cui il frutto è maturo; è quindi indicato mangiarle quando sono ancora sode. Le albicocche andrebbero tenute al fresco, e separate da altri alimenti, dato che possono facilmente assorbire gli odori, specie quelli di frutta.

Due ricette a base di albicocca

Impacco. Mettete in poca acqua bollente due albicocche spezzettate e lasciate in infusione per tre minuti; poi scolate e lasciatele raffreddare.

Schiacciate i frutti fino a ottenere una polpa morbida e aggiungete un cucchiaio di olio d'oliva. Stendete sul viso e attendete venti minuti, poi risciacquate. Applicate una o due volte a settimana.

Dolce. Se siete stufi dei dolciumi ricchi di zuccheri raffinati potete cimentarvi in una sana torta allo yogurt con albicocche.

Ingredienti per 6 persone:

  • 2 uova a temperatura ambiente,
  • 6 o 8 albicocche,
  • 40 gr di burro a temperatura ambiente,
  • 50 gr di mandorle in polvere,
  • 50 gr di yogurt magro,
  • 90 gr di zucchero,
  • 100 gr di farina,
  • 30 gr di fecola di patate,
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci in polvere,
  • 1 cucchiaio di granella di zucchero,
  • 1 cucchiaio di mandorle tritate.

Procedimento: montate il burro in una ciotola con una frusta elettrica fino a ottenere una crema. Unite le uova una a una, continuando a mescolare con la frusta. Unite lo yogurt, lo zucchero e infine la farina, le mandorle e la fecola, e mescolate con il lievito.

Versate la pastella in uno stampo da crostata oppure in una pirofila tonda imburrata e infarinata.

Sistemate le albicocche tagliate in 4 spicchi nello stampo, spingendo per affondarle nella pastella. Cospargete il tutto con la granella e le mandorle tritate e cuocete nel forno già caldo a 180° per 30 minuti. Servite a temperatura ambiente.

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

I più letti della settimana

  • Parcheggiatore stroncato da infarto nella movida delle discoteche

  • Si apparta con la moglie di un detenuto: mamma e figli lo pestano

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Tragedia in spiaggia: anziano perde la vita mentre fa il bagno

  • Tamponamento sulla superstrada finisce con denuncia per rissa

  • Scontro sulla litoranea: mamma e due bambini in ospedale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento