Capelli: come curarli al mare

Castani, rossi, biondi: salsedine e troppo sole possono rovinare la nostra chioma. Ma noi vi forniamo alcuni consigli per mantenerla sana e lucente anche d'estate

Salento: «Lu sule, lu mare, lu ientu»! Una poesia che l’estate, tuttavia, può interrompere mettendo a dura prova anche i capelli più forti, soprattutto se sono lunghi, colorati e secchi per costituzione.

Vi forniamo un decalogo delle cose da fare e non fare in estate.

Usa uno spray solare protettivo per capelli

I capelli più grossi richiederanno certamente molto olio: portalo in spiaggia per averli sempre in ordine e protetti da sole, vento e salsedine.

Viceversa, i capelli sottili preferiscono i latti solari o le soluzioni bifasiche che si agitano e si spruzzano.

Sciacqua sempre i capelli dopo ogni bagno in mare

E’ un passaggio indispensabile sciacquare i capelli con acqua dolce dopo ogni bagno per togliere dalla fibra capillare l'inaridente salsedine del mare o il cloro delle piscine. A casa utilizza shampoo specifici solari che eliminino ogni residuo senza sfregare: di solito apportano idratazione senza ungere.

Scegli uno shampoo addolcente e con filtri solari

Per la detersione, utilizza uno shampoo appositamente studiato, con filtri solari di ultima generazione che proteggano dai raggi Uva e Uvb, permettendo di reidratare il capello in profondità e di proteggerlo durante l’esposizione al sole del giorno dopo.

Evita di rovinare i capelli con piastre, ferri e phon

Il capello in estate è più fragile e delicato rispetto alle altre stagioni. Evita, quindi, di stressarlo ulteriormente stirando la chioma con la piastra, facendo troppe pieghe con il phon oppure arricciandoli con il ferro.

Lascia asciugare i capelli naturalmente

E’ un vero toccasana per i capelli: lasciali asciugare naturalmente. Una tattica davvero consigliata perchè non li stressa, e per i capelli mossi il crespo sarà diminuito e i boccoli nettamente più definiti.

Non cambiare colore prima di partire per le vacanze

No, non farlo: non cambiare il colore dei capelli alle porte dell’estate. È decisamente sconsigliato perché questo procedimento necessita di tempo per far sì che il capello riacquisisca vitalità e, soprattutto, per evitare che la tinta sbiadisca al potere schiarente del sole. In pratica se decidi di farti rossa, tornerai a casa con i capelli arancioni!

Se hai i capelli colorati, usa uno shampoo apposito

Se hai di già i capelli tinti, munisciti di uno shampoo in grado di prolungare e sublimare perfettamente la brillantezza del colore per evitare che sbiadisca o scarichi troppo, soprattutto d'estate.

Realizza acconciature raccolte morbide

Si sa, raccogliere i capelli lunghi d'estate è una tattica anti-afa quasi quotidiana. Ti consigliamo, però, di evitare code alte e chignon troppo stretti in quanto "tirano" il capello con la possibilità di spezzarlo e rovinarlo.

Preferisci acconciature morbide come code basse, capelli raccolti ad effetto bedhead o con ciuffi morbidi ad incorniciare il viso.

Nutri i capelli con una maschera ristrutturante

Ricordati di nutrire i capelli sensibilizzati dal sole e salsedine almeno una volta a settimana applicando una maschera ricostituente. Lasciala agire per almeno 10 minuti su tutte le lunghezze, e poi risciacqua.

L’efficacia di una maschera necessita, inoltre, di una buona alimentazione ricca di frutta e verdura e tanta acqua per nutrire il capello dall’interno.

Indossa un cappello quando passeggi in riva al mare

Sembrerà una banalità, ma indossare una bandana o un cappello in spiaggia, scherma i capelli dai raggi Uv: date sfogo alla vostra fantasia!

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento