Lavanda, la pianta dai mille usi

Già nell’antichità Greci e Romani impiegavano i fiori sia nell’igiene quotidiana che per ricavarne oli balsamici per combattere l’insonnia e i disturbi bronchiali. Ma scopriamo insieme le sue tante proprietà e benefici

Pianta tipica della macchia mediterranea, la lavanda è nota fin dai tempi antichi sia per la bellezza dei suoi fiori, che da giugno a settembre inondano i campi di lunghe spighe fiorite in sfumature viola-blu, saturando l'aria col loro profumo intenso, sia per le sue virtù curative, racchiuse nelle infiorescenze.

Nell’antichità Greci e Romani ne usavano i fiori sia nell'igiene quotidiana che per ricavarne infusi curativi e oli balsamici per migliorare la salute e la bellezza di pelle e capelli, e proprio da queste qualità la pianta deriva il suo nome botanico (Lavandula officinalis), ricavato dal gerundio del verbo latino lavare.

Le proprietà della lavanda

Alla lavanda, e in particolare al suo olio essenziale viene riconosciuta le proprietà ipocolesterolizzanti, sedative, antispastiche, antimicotiche, antisettiche e antinfiammatorie, oltre a un'azione antidolorifica paragonabile a quella del tramadolo, un oppiaceo sintetico usato nel trattamento del dolore.

Gli studi fitoterapici hanno inoltre dimostrato che la lavanda è in grado di inibire il rilascio d'istamina nelle reazioni allergiche e di contrastare efficacemente vari ceppi batterici. Inoltre l'olio essenziale di lavanda ha dimostrato di possedere anche proprietà antimicotiche e acaricide.

I mille usi della lavanda

La medicina naturale riconosce alla lavanda numerose proprietà terapeutiche, sia per uso interno che per uso interno. In particolare, le tisane di lavanda sono consigliate in tutti i casi di insonnia, ansia e nervosismo, infiammazioni delle prime vie respiratorie (laringiti e faringiti), asma bronchiale, candidosi, crampi muscolari ed emicrania. Applicato esternamente, l'olio essenziale di lavanda è utilizzato come rimedio contro i reumatismi, per accelerare la guarigione delle ferite e contrastare la formazione di cicatrici, oltre che contro le punture di insetti, vespe e api.

Ecco alcuni consigli utili per i diversi problemi:

  • Acne

L'olio essenziale di lavanda è ottimo per nel trattamento dell'acne, perché modula la secrezione sebacea e contrasta i batteri causa dell'infezione, riducendo anche il rischio di cicatrici. Basta applicarne una goccia pura sulle zone colpite dall'infezione o, in caso di infezione diffusa, versare un po' di olio di lavanda in una crema all'aloe, mescolando accuratamente per amalgamarle, e applicare ogni sera la miscela sulla pelle ben detersa, prima di coricarsi.

  • Ansia, stress e nervosismo

I principi attivi della lavanda esercitano un'azione sedativa e calmante sul sistema nervoso, utile in tutti i casi di ansia, agitazione, nervosismo, e stress e insonnia. Per contrastare questi disturbi si può preparare una tisana di fiori di lavanda, oppure versare due gocce di olio essenziale di lavanda in un bruciaprofumi. 

  • Asma e disturbi bronchiali

Le proprietà antispasmodiche, antisettiche, antinfiammatorie e sedative della lavanda sono di grande aiuto in tutti i casi di disturbi dell'albero respiratorio, in particolare contro i disturbi d'asma. Inoltre esercita un'azione balsamica sulle vie respiratorie, utile in tutte le malattie da raffreddamento, come tosse, raffreddore e catarro. Per sfiammare, disinfettare e rilassare il sistema respiratorio, versare qualche goccia di olio essenziale di lavanda in un vaporizzatore e respirarne gli effluvi.

  • Cistiti e candidosi

Grazie alle sue proprietà disinfettanti e antinfiammatorie, la lavanda è un ottimo rimedio contro le affezioni del sistema genito-urinario, come cistiti e candidosi. Può essere assunta in forma di tisana, applicata localmente come olio essenziale o assunta oralmente sotto controllo medico: oltre ad essere diuretica è un ottimo antisettico contro tutte le infezioni  del sistema genito-urinario.

  • Disturbi circolatori

Riempite una vasca d'acqua calda a circa 38 gradi, versatevi una busta di sali minerali del mar morto e 10 gocce di olio essenziale di lavanda. Restate immersi per 15 minuti circa, poi asciugatevi e distendetevi sul letto a riposare per una ventina di minuti, appoggiando i piedi su un cuscino.

  • Dolori e contratture muscolari

Per contrastare contratture muscolari e dolori, versate in una bacinella d'acqua calda dieci gocce di olio essenziale di lavanda, immergetevi un panno, strizzatelo leggermente e applicatelo sulle zone interessate. Lasciate in posa finché non intiepidisce e rinnovate l'applicazione finché il liquido non si raffredda. In caso di dolori cervicali associate all'impacco locale una tisana ai fiori di lavanda, da sorseggiare lentamente.

  • Emicranie

Nelle emicranie da stress e nervosismo, versare qualche goccia di olio essenziale di lavanda in un bruciaessenze  e aspirarne i vapori benefici, oppure massaggiarne una goccia sulle tempie. 

  • Forfora

La lavanda è un ottimo rimedio antiforfora: per sbarazzarsene è utile versare due o tre gocce di olio essenziale di lavanda sulla punta delle dita e praticare un leggero massaggio circolare su tutto il cuoio capelluto.

  • Mal di  pancia e mal di stomaco

Grazie alle sue proprietà carminative e antispasmodiche la lavanda può essere impiegata nel trattamento di disturbi digestivi di origine nervosa, coliche e spasmi addominali. Oltre a rilassare la muscolatura liscia del tubo digerente, stimola l'attività epatica e la produzione di bile, le secrezioni gastriche e la peristalsi intestinale, prevenendo la formazione e il ristagno di gas. Può essere assunta in infuso, o come tintura madre, nella dose di 30 gocce diluite in mezzo bicchiere d'acqua due volte al giorno.

Per preparare l'infuso ponete sul fuoco una tazza d'acqua, portate a ebollizione, aggiungete un cucchiaio di fiori di lavanda, spegnete il gas. Coprite e lasciate in infusione per 10 minuti. Filtrate l’infuso e bevete subito.

  • Punture di insetti

L'olio essenziale di lavanda è ottimo anche contro le punture di insetti di ogni sorta e meduse: basta versarne qualche goccia sulla zona colpita e lasciarlo assorbire. Oltre a disinfettare la zona colpita, riduce rapidamente il bruciore e il dolore.

  • Raffreddore e sinusite

In caso di raffreddore o sinusite, versate cinque gocce di olio essenziale di lavanda in una bacinella riempita con un litro d'acqua bollente, aggiungete un cucchiaino di bicarbonato ed esponete il viso ai vapori, coprendovi la testa con un asciugamano e aspirando con naso e bocca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ultimo saluto a "Donna Jolanda" tra lacrime e lunghi applausi

  • Morta la mamma di Albano Carrisi, la sua "origine del mondo"

  • I fratelli Gargarelli di Brindisi conquistano la finale di Tu sì que vales

  • Ciao Grazia, mamma coraggiosa: borsa di studio per i suoi due bimbi

  • Assalto armato al bar: un cliente dà l’allarme, banditi subito circondati

  • Bomba, sindaco firma ordinanza per evacuazione: denuncia per chi resta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento