Vestirsi senza sbagliare: i consigli per la tua silhouette

Oggi la moda propone migliaia di possibilità tra colori, stoffe e modelli: vediamo quali sono i vestiti più adatti per evidenziare i punti forti del tuo corpo

Con l’arrivo dell’estate, il desiderio di indossare un bel vestito, fresco e colorato, si fa sentire sempre più prepotentemente. È importante però scegliere un look che favorisca la propria bellezza ed esalti i tratti naturali del corpo. Ogni fisico è differente e ogni donna ha bisogno del vestito che valorizzi il suo.

Innanzitutto, occorre capire come è fatta la nostra silhouette. Per semplicità possiamo dire che le figure femminili si possono ricondurre a cinque tipologie: forma a triangolo, a triangolo invertito, a rettangolo, a clessidra e a O.

Il trucco fondamentale sta nel valorizzare i propri punti di forza e ricercare sempre l’equilibrio fra le proporzioni. Può sembrare scontato, ma è sempre meglio non dimenticare che un abito che ci piace tanto, una volta indossato, potrebbe non dare l’effetto sperato: non disperare e provane un altro, che nasconda qualche piccolo difetto e valorizzi la tua parte migliore. Ecco allora qualche consiglio strategico per scegliere il vestito perfetto per te.

Hai una silhouette a forma di triangolo?

Se hai le spalle abbastanza strette, una vita piuttosto definita ed i fianchi più accentuati del seno, devi cercare di riequilibrare la figura spostando l’attenzione sulla parte superiore del corpo: ti consiglio di puntare su abiti dal taglio ad A, non troppo aderenti per evitare che i fianchi risaltino sul resto del corpo, o abiti da sera con rouches e volant sul seno, che concentreranno l’attenzione sulla parte alta della tua silhouette. Puoi anche osare con ampie scollature a V sulle spalle o sul décolleté, senza rischiare di apparire volgare.

Uno degli abiti lunghi più adatti in assoluto a questo tipo di fisico è quello stile impero, che riesce a sottolineare il busto e a nascondere i fianchi un po’ più forti. Evita gli abiti che fasciano i fianchi in maniera eccessiva, come gli abiti a sirena. Se ti piacciono i bustini per valorizzare la parte alta del corpo, il modello redingote, caratterizzato da un bustino attillato su una gonna ampia che poggia morbidamente sui fianchi, è sicuramente quello più adatto.

O a triangolo invertito?

Seno prosperoso, bacino stretto e gambe sottili: se sei fatta così, l’abito più adatto è quello che riduce l’ampiezza di spalle, schiena e petto. Scegli un vestito stretto nella parte superiore e ampio sui fianchi in modo da dare un equilibrio maggiore alla tua figura: ad esempio, un abito con scollatura chiusa insieme ad una gonna voluminosa con appliques potrebbe essere l’ideale!

Puoi optare anche per un abito con un bustino, in grado di contenere e valorizzare la tua scollatura senza esagerare ed esaltare il punto vita: la forma a cuore, in cui la parte superiore del corpetto finisce con due incurvature che ricordano proprio la punta di un cuore, sarà perfetta per te.

La tua silhouette ricorda una clessidra?

Si definisce a clessidra una silhouette particolarmente femminile, con fianchi e seno pronunciati e la vita stretta. Quest’ultima è il tuo punto di forza e va valorizzato il più possibile: evita i modelli troppo voluminosi o i classici abiti “a sacchetto”, fatti a posta per mascherare le forme. Scegli dei vestiti che avvolgano il corpo e che accompagnino le tue forme, evitando però un’aderenza eccessiva, per valorizzarle con eleganza.

Anche in questo caso ti consiglio di scegliere scolli morbidi a V ed evitare dettagli o decorazioni in zona décolleté. Anche l’abito a sirena, sensuale ed elegante, può essere perfetto per te: è, infatti, un modello che prevede l’utilizzo di tessuti rigidi che avvolgono il fisico, valorizzandone e modellandone le forme. Assolutamente da evitare invece gli abiti realizzati con trame troppo aderenti e vestiti dal taglio dritto.

Oppure a rettangolo?

Se hai un busto minuto, fianchi stetti e poco seno, il tuo punto di forza è indubbiamente il fisico asciutto e slanciato, che non dovrai infagottare con abiti vaporosi, magari di pizzo o tulle: opta per un abito lungo che abbia la parte superiore aderente ed una gonna sfiancata e svasata, che spezza la figura.

Prediligi quei vestiti che enfatizzano il punto vita e attirano l’attenzione verso l’alto: via libera quindi a scollature a V, abiti senza spalline o che lasciano la schiena scoperta, e non aver paura di osare con scollature più profonde!  La gonna non deve essere troppo lunga, opta per tessuti a linea verticale che slanciano la figura e metti in mostra anche le gambe. Evita assolutamente gli abiti con spalline molto sottili e con scollature incrociate o rotonde, che appiattiscono il seno.

Se hai un fisico sportivo con spalle toniche e poco seno, un abito a principessa può essere un’ottima scelta, magari con uno scollo halter, caratterizzato dalle spalline che, terminando dietro la nuca, lasciano scoperte braccia, spalle e schiena. Giocando con la profondità otterrai un aspetto davvero sensuale. Ideale è anche l’abito stile impero: il punto stretto proprio sotto al seno darà un effetto ottico più voluminoso. Inoltre, pieghe, ricami o rouches sul seno aiuteranno a valorizzarlo.

Se il tuo fisico ricorda una O

Il tuo punto di forza sono le gambe, magre e slanciate, ma hai seno e fondoschiena importanti e una vita non troppo definita: l’abito ideale ha, quindi, una scollatura a V o a cuore e non è né troppo attillato né troppo pomposo; inoltre, cintura alta e gonne scivolate sono le scelte più adatte: l’obiettivo infatti è allungare la silhouette e renderti più affusolata.

Cerca di non indossare indumenti che stringano troppo in vita, prediligi gli abiti o le gonne con ampio spacco per mettere in risalto le gambe e, per la parte superiore del corpo, opta per linee sobrie e corpetti non troppo lavorati né troppo scollati.

Sei consigli universali:

Essere classificate con figure geometriche o paragonate a un frutto può però diventare riduttivo, soprattutto se pensiamo alla vasta gamma di vestiti tra cui poter scegliere. In fin dei conti, non è la tua taglia o forma che conta, ma la vestibilità dei tuoi capi per scegliere ciò che realmente ti si addica e ti faccia sentire a tuo agio. Le tue curve parlano di te, gli abiti ti aiutano ad ascoltarle.

  • C'è differenza tra l'essere stretti in un vestito e un vestito che si adatta bene al tuo corpo: cerca di trovare sempre il giusto equilibrio tra “strizzato” e aderente. Il miglior trucco per capire se un abito è troppo stretto? Non riuscire a vedere linee di indumenti intimi attraverso il vestito.
  • In caso di dubbio, scegli un abito a tubino o a longuette. L'orlo sul ginocchio è adatto a tutte e tende ad allungare la figura.
  • Anche le scarpe sono fondamentali: attenta ai lacci intorno alle caviglie, che possono far risultare le gambe più corte.
  • Non aver paura del colore! Il nero sta bene sempre, ma aggiungere un tocco di colore vivacizza l’outfit, e può essere utilizzato per evidenziare i tuoi punti di forza.
  • Sii sicura di te stessa! Se conosci te stessa e la forma del tuo corpo, puoi essere sicura di ciò che indossi. Prediligi sempre quegli abiti che accentuano le zone del tuo corpo che ami e che ti fanno sentire bene.
  • Pensa fuori dagli schemi: curvy non significa non poter seguire le ultime tendenze.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere contromano, un morto e due feriti: arrestato

  • Cattivi odori dalla lavatrice: alcuni rimedi naturali per eliminarli

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Falso allarme bomba: tribunale di Brindisi evacuato per due ore

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Temporali e scirocco: allerta meteo gialla per Brindisi e Salento

Torna su
BrindisiReport è in caricamento