Mappatura dei nei: cos'è e perché è importante farla

Non dobbiamo sottovalutare i cambiamenti cutanei del nostro corpo: aiutiamoci con uno screening periodico da prenotare presso gli studi dei dermatologi a Brindisi o presso cliniche specializzate.

Vi siete guardati allo specchio e avete scoperto un nuovo neo? Oppure avete notato l’alterazione di qualcuno già presente sulla vostra pelle, come un bordo irregolare, un colore variabile o una dimensione in aumento?

Bravi, siete dei buoni autoesaminatori. Ora, è importante che segnaliate la variazione al vostro dermatologo: chiedetegli un controllo approfondito attraverso lo screening o mappatura dei nei.

No, non dovete allarmarvi. Ma il nostro corpo ci parla ed è importante saperlo ascoltare.

Che cos’è la mappatura o screening dei nei

Assolutamente indolore e innocua, la mappatura dei nei è una valutazione dermatologica, che consente di controllare le lesioni pigmentate presenti sulla nostra pelle. La mappatura, che a volte si svolge all’interno di una visita dermatologica, interessa l'intera superficie cutanea ed è rivolta alla ricerca di neoformazioni neviche e al monitoraggio, nel tempo, di eventuali nei sospetti, che mostrano caratteristiche atipiche.

Perché e quando farla

La visita dei nei è un importante strumento di prevenzione, fondamentale per individuare precocemente la presenza di eventuali tumori della pelle e migliorarne significativamente le probabilità di cura.

Lo screening dei nei è sempre consigliato, ma, soprattutto, quando:

- si ha anche solo un piccolo dubbio su una recente variazione dell’aspetto dei propri nei;

- si hanno molti nei;

- vi sono stati casi di melanoma nei familiari.

Arrivare preparati alla visita

La mappatura dei nei non necessita di una preparazione specifica.

Tuttavia, per agevolare la visione dei nei e consentire un'attenta ispezione, possono risultare utili alcuni accorgimenti per prepararsi alla mappatura dei nei:

-il giorno della visita, è opportuno, per le donne, rimuovere lo smalto dalle unghie, evitare di truccare labbra, palpebre e viso, non indossare gioielli e orologi; per gli uomini, invece, sfoltire barba o baffi;

-segnalare l'eventuale presenza di macchie in sede genitale;

-se possibile, non eseguire la mappatura quando si è abbronzati: dopo l'esposizione solare,  infatti, l’aumento della melanina può falsare l’aspetto complessivo della lesione e mascherare altri componenti utili per una corretta valutazione e diagnosi;

-portare alla visita la documentazione clinica precedente e riferire al medico se in famiglia ci sono stati casi di melanoma.

Vi segnaliamo alcuni dermatologi e cliniche a Brindisi e dintorni che eseguono la mappatura dei nei.

Dr. Francesco Rinaldi, via Duomo 1- Brindisi

Dr. Antonio Sergio Guadalupi, via Valerio Marco 19- Brindisi

Dr. Luciano Maldari, via Cappuccini 90- Brindisi

Centro Studi Medici - Mesagne

Dr. Sergio Giuseppe Aresta, via G. Falcone 10- Mesagne

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Incidente in campagna: padre con la motozappa travolge il figlio

  • Maltempo nel Brindisino: danni e allagamenti, intervengono i vigili del fuoco

  • Prima svolta, indagato il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Scu, estorsioni nelle campagne: “Un euro per ogni quintale di grano prodotto”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento