Salute e web: bufale e fake news su internet

L’Istituto superiore della Sanità ha creato il sito www.issalute.it che smaschera le informazioni ingannevoli

Quante volte da incalliti ipocondriaci abbiamo digitato i nostri sintomi sul web cercando disperatamente una diagnosi e anche una cura per dei malanni immaginari? Magari abbiamo letto che possiamo curare il cancro con il bicarbonato di sodio o che la mucca pazza è causa dello strano colore della nostra pipì. Strano? A meno che non siamo dei medici specializzati in determinate patologie, evitiamo di andare a cercare le risposte ai nostri dubbi sul web, perché le bufale ci seppelliranno.

Su internet girano da anni centinaia di sciocchezze  pronte a rovinarci la salute con tante menzogne e se siete troppo grandi per giocare al dottore, non credete a chi si cura da solo sul web o ai tanti ciarlatani che millantano di possedere cure miracolose spillando mucchi di quattrini.

Per qualsiasi dubbio, togliete dalla vostra mente il dottor Google e affidatevi alle mani esperte del vostro medico: per aiutarci, l’Istituto superiore della sanità ha anche creato il sito web che raccoglie e smaschera le bufale, i falsi miti e le informazioni ingannevoli. Consultiamolo, basta un click: www.issalute.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla Brindisi-Bari, muore un motociclista brindisino

  • "Da venerdì scuole chiuse in Puglia": Emiliano firma l'ordinanza

  • Scontro alla zona industriale, giovane motociclista perde la vita

  • Virus: schizzano i contagi, chiuse altre scuole nel Brindisino

  • Trovata morta nell'auto in cui viveva: dramma della solitudine al cimitero

  • Coronavirus, continuano ad aumentare i nuovi positivi e i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento