menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid: tasso di positività si stabilizza su livelli più bassi, ma valore ancora alto

Nazareno Valente, esperto di statistica, analizza i dati sull'andamento della pandemia a livello regionale e provinciale

Una premessa è d’obbligo. Il sistema informativo diffuso a livello centrale sulla pandemia è, a dir poco, lacunoso e, in aggiunta, non del tutto idoneo a seguire un virus che si diffonde per cluster. Sicché non consente valutazioni statistiche fini o che possano inoltrarsi troppo nel dettaglio, in quanto i dati resi pubblici non coprono livelli di disaggregazione troppo spinti. A livello provinciale, ad esempio, non è dato di sapere quanti tamponi siano stati processati e di quale tipo, quanti casi siano stati testati, oltre ad altre notizie indispensabili per farsi un’idea attendibile della situazione. A causa di questi limiti, le indicazioni desumibili non possono che riguardare aggregati d’una certa consistenza e, di conseguenza, in questi nostri brevi incontri ci si limiterà ad analizzare in genere i dati a livello regionale. 

28 febbraio. I numeri della regione Puglia

Considerato che con oggi si chiude il mese di febbraio, verifichiamo l’evoluzione della pandemia attraverso due possibili indici; indici sui quali è bene soffermarsi perché appariranno spesso in questi resoconti. Il primo riguarda il tasso di positività diagnostica, rappresentato dal rapporto tra i casi di positività rilevati ed i casi testati, che pertanto fornisce la percentuale di positivi riscontrata giornalmente dall’attività diagnostica effettuata. Ricordiamo che i tamponi vengono fatti allo scopo di rilevare nuovi casi di positività (tamponi diagnostici) oppure per controllare lo stato di chi è risultato in precedenza positivo (tamponi di controllo). Solo nei primi si hanno “nuovi” casi di positività. Di conseguenza solo i tamponi diagnostici vanno considerati nel calcolo del tasso di positività giornaliero: mettere nel conto, come si fa quasi sempre, anche quelli di controllo, fa perdere significatività statistica all’indice, oltre che a sottostimare l’entità del fenomeno. Basterà infatti pensare che, se in uno specifico giorno si facessero solo tamponi di controllo, non si avrebbe nemmeno un nuovo caso di positività e quindi si riscontrerebbe un tasso di positività pari a zero. Come dire pandemia finita.

Figura 1-3

Il grafico n. 1 ci fa vedere l’andamento della media mobile a 7 giorni del valore del tasso di positività diagnostica calcolato in Puglia nel mese di febbraio. Detto che si ricorre alla medie mobili per rilevare meglio l’andamento d’un fenomeno quando questo è soggetto (come il nostro) a fluttuazioni giornaliere molto accentuate spesso derivanti da difetti di rilevazione, il grafico evidenzia che il valore dell’indice si sta stabilizzando su livelli leggermente più bassi di quelli d’inizio mese.  Resta in ogni caso un valore decisamente alto: si pensi che il 3% è generalmente considerato un valore di soglia. Oggi la percentuale riscontrata in Puglia è particolarmente alta: 53,26%, dovuta al fatto che l’attività diagnostica di domenica è particolarmente bassa (solo 1977 tamponi diagnostici, rispetto ai 4773 di ieri). 

Figura 2-3

Il grafico n.2 invece riporta la percentuale di nuovi positivi che hanno dovuto ricorrere ai reparti di terapia intensiva.  Tale percentuale appare adesso in leggera discesa, dopo che nel periodo tra il 7 ed il 14 febbraio era in rapida e preoccupante crescita. Oggi s’è calcolato un indice dell’1,87%.

Ecco gli altri dati della giornata

Positivi  1053. In diminuzione, però conseguente all’effettuazione di molti pochi tamponi diagnostici (diminuiti del 59,58% rispetto a quelli processati ieri). I dati clinici presentano un preoccupante aumento delle terapie intensive (+9 +5,60%) ed una leggera diminuzione dei ricoveri con sintomi (-11 -0.89%). In diminuzione i decessi (16 -4).  Nella provincia di Brindisi rilevati 27 nuovi casi di positività e 2 decessi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento