menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Depressione: un ostacolo nel rapporto con gli altri

I rapporti sono una grandissima fonte di felicità e appagamento, ma possono anche portare sofferenze e dolore. Quando ci sono problemi nelle relazioni più importanti, è difficile trovare gioia in altre cose

I rapporti sono una grandissima fonte di felicità e appagamento, ma possono anche portare sofferenze e dolore. Quando ci sono problemi nelle relazioni più importanti, è difficile trovare gioia in altre cose. La depressione s'insinua nella vita allargandosi a macchia d’olio in tutte le sfere, senza essere riconosciuta fino a portare mutamenti nel modo di pensare, di sentire e di agire.

Il disturbo depressivo si caratterizza per umore triste, mancanza d’interesse ed energia, scarsa capacità di mantenere l’attenzione, irritabilità, pianto apparentemente immotivato, autosvalutazione, sensi di colpa, perdita o aumento d’appetito, disturbi del sonno. In particolare sono inadeguati i pensieri relativi a se stessi, al futuro, agli altri orientati alla negatività, rendendo disfunzionale gli approcci con gli altri.

I fattori che definiscono la depressione hanno conseguenze direttamente proporzionali alle abilità sociali: la presa in giro, la derisione percepita portano a giocare in difesa attaccando l’altro, e questo isola maggiormente la persona, la cui solitudine avvertita conferma l’idea che ha della vita e di sé, incentivando lo scontro e l’impulsività.

L’umore triste porta ad allontanarsi dagli altri temendone l’abbandono e la critica allo stesso tempo; il calo dell'interesse porta diffidenza circa le esternazioni di affetto. La scarsa energia impedisce di svolgere le normali attività sociali, come fare shopping o portare a termine progetti. Sono circoli viziosi che si autoalimentano.

I disturbi del sonno poi sottraggono tempo ed energie nelle relazioni e i cambiamenti nell'alimentazione causano abbuffate nascoste creando disagi nelle uscite e sensi di colpa verso la rete sociale. In alcuni casi l’assunzione di alcool e sostanze altera le relazioni sociali disorientando l’altro.  

La depressione avvolge in un'oscura nuvola di nebbia che riempie la vita di dubbi e sofferenza; influenza il giudizio e le energie e rendendo quasi impossibile apprezzare i vari aspetti della vita. Dal momento che la depressione colpisce la sicurezza e l'autostima, si altera anche il modo in cui interpretare le relazioni con gli altri. Chi ne soffre si mette in dubbio, si biasima e diventa molto sensibile alle critiche.

Pertanto sembra proprio che l’amore non basti (A. Beck) a giustificare una relazione, se i sintomi di un disturbo psichiatrico grave come la depressione disegnano una patina spessa tra il mondo e sé. (rita.verardi@libero.it)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento