rotate-mobile
Opinioni

Opinioni

Opinioni

A cura di Blog Collettivo

Ospitiamo in questo Blog opinioni di alcuni cittadini Brindisini

Opinioni

Come cambiano le idee i soldi Cipe

Sempre ai fini di un confronto costruttivo e non di una pura polemica, trovo importante la virata impressa dal presidente della Provincia di Brindisi, Massimo Ferrarese, alla politica dell’ente che amministra nei confronti della ricerca, dell’Università e dell’alta formazione. Altrimenti avrei dovuto rilevare, da giornalista, che Ferrarese contraddice ciò che ha fatto sin qui sia per la Cittadella della Ricerca, che per l’Università.

Sempre ai fini di un confronto costruttivo e non di una pura polemica, trovo importante la virata impressa dal presidente della Provincia di Brindisi, Massimo Ferrarese, alla politica dell'ente che amministra nei confronti della ricerca, dell'Università e dell'alta formazione. Altrimenti avrei dovuto rilevare, da giornalista, che Ferrarese contraddice ciò che ha fatto sin qui sia per la Cittadella della Ricerca, che per l'Università.

Oggi Ferrarese, in vista dei finanziamenti Cipe destinati alla Puglia per i settori sopracitati, scrive ai ministri Mariastella Gelmini e Raffaele Fitto, e al governatore Nichi Vendola, chiedendo che tra le destinazioni di questi finanziamenti entrino anche Cittadella della Ricerca e il Ciasu - il Centro alti studi universitari di Fasano - in qualità di destinatari diretti.

A parte il fatto che una società consortile che gestisce un patrimonio immobiliare, e che non svolge direttamente progetti di ricerca ma per missione dovrebbe promuovere la cultura scientifica e favorire occasioni di trasferimento tecnologico tra ricerca e impresa, probabilmente non rientra tra i soggetti di questi programmi di finanziamento, la domanda è da quali progetti futuri deriva questo "comune convincimento che la ricerca e l'università sono strumento e volano per lo sviluppo locale, fonte di apprendimento per le nostre imprese ed opportunità di occupazione per le 'menti' che, altrimenti, rischiamo di perdere a favore di altri privilegiati territori"?

La Provincia aveva l'anno scorso un residuo di fondi derivati dal contributo che tempo prima l'Enel aveva offerto per la bonifica delle strutture in amianto di Cittadella della Ricerca, se non andiamo errati di circa 600mila euro. Soldi che sarebbero tornati utili per due urgenze: l'allaccio del complesso alla rete AqP e a quella fognaria della vicina zona industriale di Mesagne. Infatti quando il complesso fu realizzato nei lontani anni Settanta per diventare un ospedale psichiatrico, tale operazione era pressoché impossibile e si ripiegò su pozzi artesiani e depuratore autonomo.

Oggi Cittadella continua a non disporre di acqua potabile e utilizza sempre un depuratore, pur ospitando due facoltà, una trentina di società ed enti di ricerca e relativi servizi logistici. Quei 600mila euro sarebbero serviti come il pane per cominciare ad affrontare questa situazione, invece come è noto sono stati dirottati per quel marketing territoriale che l'opposizione di centrodestra a torto o ragione critica duramente.

Ma c'è un altro punto. E' apparso del tutto evidente che il contributo finanziario della Provincia al polo universitario brindisino sia inadeguato e, sempre se non ricordiamo male, è stato annunciato anche per il futuro un progressivo sganciamento. Infine, non appena insediata la nuova giunta provinciale, il presidente Massimo Ferrarese ha modificato profondamente la gestione della società consortile Cittadella della Ricerca estromettendo, nella riforma del consiglio di amministrazione, Università del Salento ed enti di ricerca. E non è il caso di tirare in ballo anche gli ammiccamenti a favore dei corsi universitari dell'Opus Dei.

Quindi, se oggi la richiesta inviata ai ministri competenti e al governatore della Regione Puglia dal presidente della Provincia è un segnale di virata netta rispetto ai predecenti atti politici, non si può che essere soddisfatti e soprattutto l'Università si sentirà più considerata anche sul piano concreto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come cambiano le idee i soldi Cipe

BrindisiReport è in caricamento